Category Archives: Senza categoria

In quale direzione è la vetta in mezzo a questa nebbia?

Il burrone è più lontano o più vicino? E la vetta che ti sei prefissata, quella si vede o è ancora in mezzo alle nuvole?

Il percorso che stai compiendo oggi è certamente diverso da quello che stavi facendo solo pochi mesi fa ed io non so quale sia la tua posizione attuale lungo la mappa che ti sei prefissato idealmente da quando hai aperto il tuo salone.

Sicuramente hai un tuo obiettivo e quale che sia poco importa in termini di numeri.

Vuoi semplicemente portarti a casa uno stipendio

Lavori sodo per dare un futuro alla tua famiglia

Sei da tempo il salone di riferimento della tua zona e vuoi mantenere la posizione e rinforzarla?

Hai aperto da qualche anno e vuoi conquistare la leadership perché tu sei molto più brava?

Stai seguendo i nuovi guru del marketing e vuoi fare focus su una specializzazione per lavorare solo con clienti in target?

Vuoi evolverti e trasformarti finalmente da bruco in farfalla dopo diversi anni di duro lavoro perché te lo meriti?

Ti senti pronta per aprire un secondo salone.

Vuoi un salone boutique con massimo 4 operatori

Vuoi un salone immenso con almeno 8 collaboratori

Quale che sia il tuo obiettivo e le motivazioni che ti spingono poco importano in termini di numeri e vedremo il perché.

Personalmente stento a credere che ci siano saloni che rischiano veramente la chiusura, l’artigiano si salva sempre: riduce il personale lavorante (tra poco dicono si potrà licenziare), sfrutta qualche stagista facendogli odiare questo lavoro, compra prodotti più economici da qualsiasi casa del parrucchiere, si fa parecchie ore in più e qualche scontrino in meno ed evita il burrone in qualche modo.

E’ sempre stato così e lo sarà sempre in questo sistema Italia, che tu o io lo vogliamo o no, lo sappiamo. Anche se tu non li consideri tuoi colleghi, sulla carta lo sono e anche agli occhi delle clienti, magari non le clienti che stai cercando di attrarre tu ma nella massa dei saloni, ci sono anche loro.

E abbassano di molto la percezione della categoria nel suo complesso!

La vera sfida oggi che stiamo entrando nel post pandemia è per te che ti sei fatto il mazzo tanto e continui a fartelo per essere competitivo con un salone contemporaneo, o che stai per fare un passo importante verso il tuo obbiettivo e:

  • hai dei costi che vuoi cercare in tutti i modi di “mantenere” per potere erogare un servizio tecnico ed un’esperienza salone diversa
  • hai dei costi (quelli che vuoi “mantenere”) e devi assolutamente sovraincassare per potere erogare un servizio tecnico ed un’esperienza salone diversa che lascino contemporaneamente un cassetto che ne valga la pena (l’importo decidilo tu!)

Come puoi facilmente evitare di dover tagliare oggi servizi che tu hai in mente di offrire alle tue clienti e continuare a percorrere il tuo cammino verso la meta che ti sei prefissata senza farti fermare dai continui ostacoli (oggi la pandemia, domani una lavorante impazzita, dopodomani le scadenze IVA, ecc.)?

Come puoi facilmente oggi continuare a fare numeri?

I tuoi obbiettivi e le tue motivazioni contano! Sono al primo posto e devono fare i conti con i numeri.

I tuoi obbiettivi e le tue motivazioni sono le leve che ti fanno fare i numeri.

I tuoi obbiettivi e le tue motivazioni dipendono dai numeri.

Non devi permettere a nessuno di interporsi tra te e i tuoi obbiettivi, io personalmente non li discuto, casomai li agevolo. Una cosa è certa, risultati nuovi e importanti alimentano la motivazione!

Ecco perché il tuo personale obbiettivo, la tua aspirazione, tutto ciò che ti motiva poco importa in termini di numeri dato che il giorno stesso che hai aperto la tua partita IVA hai iniziato un percorso che non ha fine, almeno fino al giorno in cui deciderai di lasciare la strada del lavoro.

Fino a quel momento il tuo destino è fare cassetto, qualsiasi sia il tuo obbiettivo per raggiungerlo ti serve un mezzo: questo mezzo si chiama cassetto pieno!

Un anno da stavi percorrendo il tuo sentiero verso la vetta quando la pandemia si è presentata come un crepaccio insormontabile che ha proprio interrotto il tuo cammino, il cassetto pieno corrisponde alla funivia che ti ha permesso di passare oltre quel crepaccio.

Lungo il tuo percorso si presenteranno certamente altri momenti sfidanti e un cassetto pieno è il miglior amico per scegliere con tutta la serenità necessaria in certi momenti importanti (spostare il negozio, rifare il negozio, assumere altro personale, comprare nuovi software, pagare un receptionist, ecc.)

Questa ri-ripartenza non è stata come la prima dove eravamo stati tutti colti impreparati. Nell’ultima chiusura hai servito meglio le clienti, lavorando anche l’ultima domenica utile con incassi importanti.

Prima di chiudere avevi già attivato strategie che durante la chiusura sono tornate utili per seguire comunque le clienti (home kit, prodotti di mantenimento, video tutorial).

Nuovo mercato e nuove strategie

La riapertura ci sta presentando un mercato diverso che ho analizzato nel mio ultimo articolo (se non lo hai letto lo trovi qui) ed è nuovamente sfidante per tutti visto che ti devi confrontare con le aspettative ridefinite di molte clienti colore.

Sei a un bivio e la scelta che farai determinerà con quanta facilità o fatica potrai realizzare il tuo obbiettivo e quanto diventerà forte la tua motivazione oppure quanto sarà sempre più pesante dover andare a lavorare.

Ci sono due tendenze in atto:

Ridefinizione verso il basso: di tutte le clienti che non vorranno fare servizi aggiuntivi, ad esempio ti chiederanno solo la copertura dei capelli bianchi ma rimanderanno (ogni volta!) il bilanciamento su medie lunghezze e punte, chiederanno lo sconto e cercheranno di comprare da te solo se fai promozioni con sconti, oppure semplicemente lasceranno il tuo salone.

Ci sarà una ridefinizione del modello di acquisto di altre clienti che invece continueranno a comprare i tuoi servizi salone al prezzo che vuoi tu e sceglieranno ancora il tuo salone ma lo frequenteranno meno spesso di prima.

Ridefinizione verso l’alto: molte clienti pur venendo meno in salone saranno disposte a pagare qualche cosa in più o per servizi aggiuntivi o per servizi complementari se tu e il tuo personale sarete in grado di interpretare le loro emozioni traducendole in colore, ad esempio.

Ci sarà uno sviluppo del modello di acquisto di una fascia di clienti che oltre a continuare a comprare i tuoi servizi salone saranno disposte a farlo ad un prezzo superiore se attraverso la relazione che ti unisce a loro manterrai promesse che poi superino le aspettative stesse delle clienti.

E questo sarà anche il caso di tutte le clienti nuove: sappi che le clienti nuove che entrano da oggi in poi saranno in target! Perché lasciando il loro salone di provenienza si saranno già informate su di te e i tuoi prezzi (non sui servizi, ma sui prezzi si).

Se reputi di avere i prezzi ancora troppo bassi rispetto allo standard che offri fai ancora più  attenzione al bivio perché poi è sempre complesso educare all’adeguamento di listino e agli aumenti in generale, a meno che tu non abbia un sistema collaudato per farlo e la tecnologia che ti permetta di adeguare periodicamente i tuoi prezzi di vendita.

Ti accorgi di essere ad un bivio?

A questo punto la domanda che ti devi fare è:

Ho una strategia di vendita vincente di servizi colore che mi permetta di catturare l’attenzione della cliente, tramite tecnologie esclusive che mi permettono di risolvere i problemi delle clienti (di struttura, di durata del colore su medie lunghezze e punte) emozionandole con un effetto WOW?

Una cosa che puoi fare in questo momento è valutare bene il tuo attuale modello di lavoro in salone e fare di tutto per semplificarti la vita, soprattutto nel reparto tecnico (che è anche il più redditizio!).

Smettila di complicarti la vita e quella dei tuoi dipendenti tra tante aziende colore. Definisci un sistema colore unico con uniformità di ciocca dal colore ad ossidazione ai demipermanenti.

Tutti i parrucchieri colorano e continuerai a farlo ma più semplicemente, potenziando anche la consulenza di servizi complementari al colore di base perché l’uniformità di ciocca ti rende molto più sicura e più facile la consulenza senza paura di sbagliare.

Con il sistema colore che ti propongo hai anche la possibilità, magari in un secondo momento,  di differenziarti anche nella presentazione del servizio tramite il sistema DEPOT in bombola, ma si miscela come tutti gli altri colori.

Fai focus sui servizi complementari con tecnologie specifiche per medie lunghezze e punte potendo inserire servizi innovativi, altamente differenzianti e remunerativi per il salone.

Molti saloni già lo usano trovandolo facile e intelligente, valuta tu se è il caso di semplificarti la vita nel colore aumentando contemporaneamente le competenze tecniche su medie lunghezze e punte incrementando incassi e servizi.

E’ più semplice di quello che pensi, ci vediamo, analizziamo le tue esigenze specifiche e decidiamo come partire: solitamente tramite un codice test per uno specifico segmento colore.

Se vuoi saperne di più contattami senza impegno!

 

 

Quand’è l’ultima volta che hai fatto qualcosa per la prima volta?

Ognuno di noi ha il diritto di pensare con la propria testa e prima non avevamo mai molto tempo per farlo. Quando riaprirai, perché riaprirai, le clienti avranno fatto un’ulteriore evoluzione mentale rispetto a te e ai tuoi servizi.

Il punto della questione è: a che punto eri? 

Stavi cercando di risolvere problemi che ti impediscono di realizzare quello che hai in testa per il tuo salone nel futuro che ti attende, oppure eri alle prese con valutazioni che richiedono la giusta calma perché portano a scelte che stai valutando di fare per raggiungere nuovi obiettivi ai quali stai pensando da tempo?

Voglio condividere con te alcune considerazioni di ordine generale riguardo a come saranno secondo gli esperti della comunicazione le nuove clienti, quelle che varcheranno la soglia dalla ri-riapertura in poi.

Per chi come te colora i capelli per professione è fondamentale fare chiarezza ed inquadrare nel migliore dei modi le nuove clienti, quelle che varcheranno la soglia dalla ri-riapertura in poi.

Le clienti, anno dopo anno, sono sempre più esigenti e hanno bisogni complessi e questi stanno cambiando nuovamente soprattutto per le nuove clienti, quelle che varcheranno la soglia dalla ri-riapertura in poi.

Avranno bisogno di “controllo amplificato”

Significa che solo quando saranno certe al 100% di non avere sorprese dopo un acquisto o dopo l’accettazione di un servizio (questo è il tuo caso)  solo allora, decideranno di accettare e comprare, dicendoti si.

Uno dei tuoi nuovi obiettivi è gestire l’aspettativa sui timori che prima le tue clienti non avevano e che per questo noteranno maggiormente se si dovessero verificare (nel tuo caso parliamo dei limiti tecnici come potrebbero essere: barrature o macchie, schiariture troppo gialle, struttura eccessivamente compromessa, un colore troppo chiaro o troppo scuro, ecc.) se una volta forse te la facevano passare liscia, da domani probabilmente non sarà più così.

I tuoi lavoranti sono pronti a questa sfida? E’ la loro sfida ma prima di tutto tua, dato che ne sei responsabile e la cliente poi viene a cercare te.

Avere un sistema colore unico dall’ossidazione al pigmento diretto, con un’unica cartella e un metodo integrato facilita di molto a te il processo formativo e di comunicazione bidirezionale sia all’interno del salone (tra operatori) sia all’esterno del salone (verso le clienti): a che punto sei? Chieditelo, ti farà bene.

Il nuovo paradosso della conservazione dell’obiettivo.

Durante la consulenza (sia in salone che in altri negozi) le distrazioni oggi distruggono le conversioni e l’accettazione del o dei servizi proposti durante la consulenza.

Per distrazione si intende generalmente rumori, il telefono, una collaboratrice che ti interrompe, un hairmaster che suona… tutto distrae rispetto alla concentrazione e all’obiettivo.

Fino a poco tempo fa questa cosa è sempre stata considerata positiva perché creava nel cervello della cliente degli spazi liberi, distrazioni, per fare up-selling (proporre un servizio più costoso) o cross-selling (proporre un servizio accessorio in più).

Oggi non è più così e le clienti sono “contratte”, una recente ricerca dice che nei negozi di abbigliamento un capo oggi viene toccato 8 volte meno di prima dell’era covid.

La nuova cliente avrà un suo personale obiettivo molto chiaro (nel tuo caso più in termini di spesa che di risultato), sa cosa vuole spendere e vorrà conservare il proprio obiettivo mentre tu fai un lavoro dove devi decidere in autonomia, da specialista come può decidere un medico, quale è la migliore soluzione, la ricetta indicata al caso specifico.

E la spesa della tua cliente devi poterla decidere tu se vuoi incassare il giusto corrispettivo del tuo lavoro.

La relazione con la cliente e il menù servizi colore saranno la base del nuovo tipo di business di un salone che vuole ancora crescere, e tu non hai alternative se non la crescita.

E non è dovuto al fatto se lo desideri consciamente o meno, è così perché sei una partita IVA altrimenti facevi il dipendente di qualcuno e la tua giornata finiva dopo 8 o 9 ore.

Aprire un a partita iva è come salire su una scala mobile e sei obbligato a prendere quella che sale, altrimenti scendi… se pensi di stare fermo (e cercare di conservare la clientela che hai) andrai comunque in discesa, chi sta fermo sulle scale mobili scende, tu devi prendere quella che sale.

Quindi valuta la relazione che hai con le clienti e chiediti cosa comunica il tuo menù servizi colore, che non è il listino con colore parziale, colore totale, colata e decolorazione, questa è roba da anni ’90 e non si deve più vedere nei saloni.

Ridefinizione delle aspettative e nuovi modelli di business

Dopo la prima riapertura molti saloni mi dicevano che avevano meno passaggi, alcune clienti proprio non stavano tornando e le clienti rientrate stavano spendendo di più ma stavano allungando poi il rientro.

Contemporaneamente a questo tutti mi confermavano che c’era una sorta di ri-miscelazione della clientela, in ogni salone c’era un nuovo ingresso di clienti nuove e tutti ci chiedevamo come mai.

Questo comportamento sembrava inspiegabile, ma nelle prossime righe c’è la risposta.

Le clienti che non sono mai rientrate nel tuo salone, o che sono venute molto più tardi (e probabilmente con la riapertura ci troveremo nuovamente in una situazione simile) erano clienti nuove per un altro salone, e così le tue clienti nuove erano clienti “perse” da un altro salone dal quale provenivano.

Ma come mai, improvvisamente questa migrazione tra saloni?

E’ stata una questione di tempo, della serie se non mi trovi posto in agenda immediatamente, vado altrove? E se fosse così dove hai trovato il tempo e lo spazio per accogliere clienti nuove?

La domanda da farsi è legata alla “ridefinizione delle aspettative”! Se vuoi scoprire come tenerti le nuove clienti ti devi chiedere:

“Cosa si aspetteranno le nuove clienti da te, dai tuoi servizi e dalla loro esperienza in generale nel tuo salone dal loro nuovo ingresso in negozio?” 

La risposta è arrivata esaminando quello che è accaduto nella ristorazione dato che con la chiusura non tutti i ristoranti sono veramente andati in crisi.

Alcuni specifici erano già organizzati per l’asporto ma tutti hanno dovuto adeguarsi, se volevano darsi qualche possibilità di riaprire.

In Italia esistono migliaia di PMI (Piccole Medie Imprese) che di fatto non posseggono i capitali e le riserve tipiche delle multinazionali che trovano finanziatori in borsa, per capirci: non ci sono fondi americani che investono nel tuo salone perché sanno di poter ricavare denaro da versare poi ai loro azionisti.

Esistono saloni in Italia che non fanno ancora utili per il titolari, figuriamoci per azionisti!

L’assenza di terze parti che finanziano vale per te, ma vale anche per altre migliaia di artigiani e aziende PMI di tutto il paese inclusi i ristoratori. Tutte queste figure, o si indebitano con le banche o devono essere in grado di rispondere a un’esigenza o di risolvere un problema dei clienti per farsi pagare.

Tra i ristoratori ovviamente c’era chi era già organizzato per fare asporto e chi invece aveva impostato il ristornate su un altro livello, più definiamolo “esperenziale” con il cameriere che arriva al tavolo e ti presenta il menù come fosse la storia più bella del mondo.

Questi ultimi hanno avuto estreme difficoltà in merito all’asporto rispetto a quello che si facevano pagare in quanto nel trasporto c’è una perdita, c’è il raffreddamento del cibo, c’è una trasformazione della consistenza (la cottura che procede lentamente) o del sapore e spesso si è verificato un cambio dell’aspettativa in contrasto con il brand che quel ristorante blasonato rappresentava.

Se non posso as-portare l’esperienza che faccio vivere al cliente crolla il palco, e non posso ri-proporre quello che ho sempre fatto.

Da qui la “ridefinizione delle aspettative” con una domanda che devi assolutamente farti anche tu “Cosa si aspetteranno le nuove clienti da te, dai tuoi servizi e dalla loro esperienza in generale nel tuo salone dal loro nuovo ingresso in negozio?” 

Come consumeranno e soprattutto hai un sistema colore che possa darti la giusta strategia?

Dall’analisi appena fatta emergono quattro nuovi comportamenti tipici da consumo post emergenza:

  1. lo stesso, ma meno : per te significa che le clienti faranno il colore ma meno volte durante l’anno (meno passaggi)
  2. lo stesso a meno : per te significa che una parte di clientela non rientrerà ritenendo i prezzi del tuo salone fuori dalla sua portata (immagina nel tuo settore cosa vuole dire!!? Dove già di base il parrucchiere ha il terrore di alzare i prezzi di un solo euro per paura di perdere la cliente e a ragione, perché per alzare i prezzi il percorso è un altro, e se segui il mio blog lo sai)
  3. Meno a più valore : per te significa clienti che vengono meno (o più diradate rispetto a prima) ma che tendenzialmente sono propense a fare dei servizi in più se ne riconoscono e ne accettano il maggior valore (quello che è successo anche nel tuo salone dalla prima riapertura)
  4. Più a più valore : per il tuo marketer di riferimento trattasi di cliente TARGET!!! In realtà si tratta di RELAZIONE. Che non esclude la comunicazione giusta verso un certo tipo di clientela ma che presuppone che tu abbia tutti gli strumenti come artigiano del colore per ridefinire le aspettative di queste clienti.

RELAZIONE significa interpretare le emozioni che diventa “conoscere le persone nel profondo” dovendo oggi interpretare le emozioni solo dagli occhi.

Tutti eravamo in grado di decifrare lo stato d’animo di una persona dalle espressioni facciali, quando proponi un servizio o quando iniziamo un discorso, ora non lo capiamo più, c’è una ridefinizione della conoscenza dell’altro attraverso il solo sguardo.

Per questo ti parlo di RELAZIONE perché domani andrà fatto un passo indietro rispetto alla comunicazione per comprendere come le persone sono nel profondo.

E nella RELAZIONE ancora una volta emerge il cuore pulsante del tuo lavoro artigianale, fatto con le mani e con i colori.

Interrogati quindi se possiedi i giusti strumenti e servizi colore che possano comunicare ed emozionare con tecnologie veramente differenzianti te, i tuoi lavoranti e le tue clienti.

Le tecnologie che ti propongo io con il mio sistema colore sono altamente differenzianti e remunerative su medie lunghezze e punte con un effetto WOW garantito da pigmenti brevettati e unici, senza concorrenza sul mercato (ELUMEN e @PP Pure Pigments).

Una strategia di vendita vincente di servizi colore è quella che cattura l’attenzione della cliente, tramite la tecnologia nelle tue mani, e sa condurre la cliente verso la migliore soluzione al SUO problema (di struttura, di durata del colore su medie lunghezze e punte) emozionandola con un effetto WOW! 

Oggi tutto è cambiato ed è cambiata l’attenzione e di conseguenza l’emozione.

Tu quand’è l’ultima volta che hai fatto qualcosa per la prima volta?

Il tuo sistema colore sarà in grado di sostenere nuove strategie di comunicazione per rispondere a queste ridefinite aspettative delle clienti o senti il bisogno di ridefinire le tue personali aspettative scoprendo un sistema collaudato già da molti tuoi colleghi e che ha retto l’urto delle chiusure?

In questo caso contattami.

Ecco perché vogliono sbranarti quando alzi il listino!

E’ molto più efficace per te avere diversi servizi colore a disposizione e creare un sistema per sviluppare la spesa colore della tua cliente target piuttosto che alzare il listino.

Questo qualsiasi sia la tua specializzazione, sia chiaro.

Come fai a giustificare aumenti di listino nel colore e parlare di servizi differenti realizzandoli tutti con un’unica tecnologia contenuta in un unico prodotto?

Il sentiero che porta alla cima della spesa della tua cliente ideale parte dalla ricrescita, la copertura dei bianchi, e si inerpica per una salita che non tutti sono in grado di percorrere godendosi lo splendido paesaggio delle medie lunghezze e punte, solo che il panorama più bello, quello dove puoi fare le foto a 360* è sempre solo in cima e là in alto devi volerci arrivare tu, non ci sono cabinovie o scorciatoie per la vetta.

Perché escludo alcuni parrucchieri dalla cima di questa vetta? Perché alcuni dicono solo a parole di essere “etici” e non tutti hanno voglia di mettersi in gioco e imboccare strade nuove che portano verso l’alto e per questo inizialmente sono un po’ in salita e richiedono un piccolo sforzo.

Il mondo che condividiamo, tu come attore o attrice ed io come fornitore nel b2b (business to business ovvero senza rivolgersi al consumatore finale che si rivolge a te), è pieno di parrucchieri di tutti i generi ed è per questo motivo che è pieno anche di aziende di tutti i generi…

Tendenzialmente parrucchieri e aziende per parrucchieri si assomigliano, altrimenti non sarebbe vero il detto che “chi si somiglia si piglia!”

Tu in tutto questo puoi trovarti oggi in 2 situazioni differenti.

Nella prima continui da anni a cercare di risolvere situazioni dove sei letteralmente in una multicondizione di svantaggio dalla quale ti vuoi assolutamente togliere:

dall’essere schiavo del tuo salone

ad esserlo dei tuoi lavoranti

quando addirittura lo sei delle tue clienti (che spendono anche troppo poco…)

l’agenda è una fisarmonica che ti impedisce di organizzarti

spesso pensi che ti meriteresti una maggiore gratificazione di tipo economico (visto la vita che fai)

oggi ci si è messa pure la pandemia con i suoi colori e le sue chiusure a singhiozzo (che se non ferma te rallenta alcune tue clienti)

Se ti trovi in questa situazione il mio sistema colore può aiutarti solo a gestire meglio i tuoi lavoranti, a stimolare la spesa e il nuovo appuntamento in agenda delle tue clienti guadagnando di più da subito ma non ti libererà dalla condizione di schiavo.

Nella seconda situazione nella quale ti puoi trovare oggi hai già sistemato gran parte delle rogne organizzative che lasci ai tuoi colleghi meno esperti ma hai il problema della stagnazione e vuoi procedere verso la crescita (almeno degli utili e dei margini nei servizi):

  • sei molto impegnato nel tuo salone ma con orgoglio e spirito di crescita
  • riesci a gestire i lavoranti e hai trovato equilibrio e stabilità (si formano volentieri e fanno squadra)
  • alzando i prezzi dopo la prima chiusura alcune clienti “fuori target” se ne sono andate ma quelle rimaste e quelle nuove spendono di più e più volentieri (anche se passano più di rado)
  • l’agenda ogni tanto torna a fisarmonica ma non più come prima
  • anche a te piacerebbe guadagnare di più ma hai alzato i prezzi da poco e non sai esattamente cosa sia giusto fare con le clienti
  • resti alle prese con la pandemia e la tensione che si respira tutto intorno ti fa “accontentare” del fatto che comunque lavori rispetto ad altri settori perciò fa niente se non intaschi tanto di più di prima
  • finalmente segui un marketer e ti piace quello che ti dice anche se non sempre sai come mettere in pratica le sue soluzioni

Che tu voglia toglierti da una situazione scomoda o che voglia raggiungere nuovi obiettivi di guadagno le leve da azionare sono sempre le stesse:

prezzo

servizi

 esperienza salone

Adeguare il listino è cosa buona e giusta e sai come la penso, il mio blog è nato proprio per questo motivo nel 2014 e mi occupo tutti i giorni di soluzioni per aumentare i prezzi dei listini e dei servizi colore aggiuntivi.

Vero è che nel nostro settore c’è ampio margine di crescita dei prezzi in moltissimi saloni, anche quelli che appaiono essere più “blasonati”, ed è anche vero che i prezzi non potranno crescere verso l’alto all’infinito soprattutto se hai accettato l’idea di aggiornare il listino periodicamente.

Le tue clienti guarderanno sempre al giusto rapporto qualità prezzo, il che non vuol dire che non saranno disposte a pagare di più, ma vuol dire che oltre a mettere in campo tutte le tue competenze per far vivere alla cliente un’esperienza colore per la quale sarà disposta a pagare quello che le chiedi in più rispetto ai tuoi concorrenti dovrai anche dotarti di sistemi e metodi di lavoro innovativi e realmente differenzianti.

Tutto quello che stai studiando a pagamento on line con qualche marketer di settore per essere realizzato deve rispondere a caratteristiche che immagino ad oggi avrai bene capito essere fondamentali.

  • Cosa fai di diverso, cosa fanno i tuoi ragazzi di diverso dai tuoi concorrenti e dagli altri saloni in generale quando colorano? Quale è cioè la tua specializzazione, il tuo angolo d’attacco differenziante?
  • Come comunichi questa tua differenza (oltre che nei social) nel momento in cui la cliente entra fisicamente nel tuo salone?
    • Cosa le racconti di diverso nel colore rispetto agli altri
    • Cosa vede di diverso nel tuo salone che gli altri non hanno, non fanno o non mostrano
    • Cosa vive di innovativo e inusuale rispetto alle sue esperienze precedenti dal parrucchiere per colorare i capelli

Non tutti possono raggiungere la vetta della spesa della cliente colore target o hanno i mezzi anche solo per sviluppare al massimo la spesa di una cliente in generale.

Ti accorgerai che non tutte le clienti colore sono in target e non per questo certo butterai via il bambino con tutta l’acqua sporca da subito. Devi attivare un processo molto lungo e non facile.

Nel frattempo se voi mantenere in salone le clienti colore già target e sviluppare il più possibile la spesa delle altre clienti colore devi avere un sistema che risponda precisamente alle domande che ti pongono i marketer e no, la risposta è assolutamente no: il marketing non potrà fidelizzare le tue clienti se non è una verità ben detta!

La verità tecnica nel nostro settore, motivo per il quale su quella vetta ci arrivano veramente in pochi, è che non puoi ottenere un risultato visibilmente diverso (diciamo il tanto ricercato effetto WOW!!) utilizzando sempre gli stessi prodotti, magari cambiando semplicemente la percentuale di perossido o diluendo con acqua.

La verità che dirai facendo marketing deve corrispondere poi, sul capello della cliente (e questo non solo se il tuo angolo d’attacco sarà il colore, varrà anche se inizialmente attiri a te clienti per una cute sana e solo dopo venderai loro servizi colore) a molto di più di quello che hai detto, solo così potrai veramente ottenere un risultato importante che è:

conquistare nuove clienti e consolidare le tue già clienti andando oltre la loro soddisfazione standard nel risultato colore

fargli aprire il portafogli senza lamentarsi ma felici di pagare per i tuoi servizi colore

farle tornare a spendere da te ancora con un programma colore che ti permetta di creare:

      • prepagate
      • vip-card
      • percorsi colore

Per fare tutto questo servono tecnologie diverse da quelle che attualmente stai utilizzando in salone, tecnologie che sono presenti sul mercato solo per una nicchia di parrucchieri che studiano e non danno mai nulla per scontato e soprattutto che hanno compreso che non si può ottenere un risultato diverso continuando a fare quello che si faceva prima.

Tecnologie che sono riservate a chi ha un approccio colore differente in base alla porosità del capello e a chi si vuole specializzare nella colorazione di medie lunghezze e punte che non sono la ricrescita dove si vince facile, e non sempre.

Tu come la vedi?

 

La tua fabbrica del gusto è raffinata ed accessibile?

  • Se vuoi posizionare il tuo salone (e parlo di posizionamento nella mente delle tue e delle potenziali clienti) come specialista nel colore, ti consiglio di leggere attentamente questo articolo
  • Se pensi che per farlo ti costerà un sacco di soldi in corsi di marketing e comunicazione, beh lascia che ti dica che molto probabilmente è così! Oggi anche nel tuo mercato è fondamentale saper comunicare e infatti la tua insicurezza sta facendo la fortuna dei “maghi” del marketing anche tra i parrucchieri
  • Se sei stanca/o di passare le domeniche e i lunedì seduta per ore su una sedia come a scuola mandando in tilt il cervello con le mille informazioni che servono per studiare la miglior comunicazione e capire otto ore di lezione allora hai due scelte:
  1. Spendere quel fracco di soldi dandoli ad un’agenzia di comunicazione a un formatore che ti gestirà i social, il sito, il blog, spennandoti più che possono senza darti nessuna garanzia sul numero di conversioni (clienti colore nuove e paganti – no attirate da call center per “prove” o “test” !!)
  2. Rimboccarti le maniche, e cominciare a fare sul serio quello che ti piace, se quello che ami fare di più è colorare e utilizzare la tua esclusiva creatività per forzare il posizionamento del salone nel colore con il Go-BEYOND
    1. senza più tempo rubato ai tuoi cari, al tuo partner o ai tuoi altri interessi
    2. senza sborsare migliaia di euro tra corsi e “maghi esperti” di social network che però non ti danno nessuna garanzia
    3. semplicemente colorando le tue attuali clienti e facendolo divertendoti come una pazza senza alcun limite colore o di struttura del capello

CONTINUANDO A LEGGERE QUESTO ARTICOLO TI ASSUMI LE RESPONSABILITA’ DELLE SCELTE CHE FARAI DOPO!

  • Se anche tu partecipi ogni anno al Go-BEYOND e l’ispirazione si è trasformata in Passione Ripagata
  • Se anche tu hai partecipato al Go-BEYOND e ancora non “vedi” completamente i risultati attesi …MA anche tu vuoi offrire la tendenza moda con la tua unicità in modo originale e remunerativo
  • Se non hai mai partecipato al Go-BEYOND della tua zona e vuoi ri-posizionare il tuo salone come quello specializzato nella moda colore, motivo per il quale stai valutando se iniziare a lavorare con me

ALLORA NON PUOI PERDERTI IL COLOR ZOOM DELLA TUA ZONA

Prima di continuare devo darti due notizie, una bella e una un po’ meno bella, per toglierci subito il dente voglio comunicarti prima quella meno bella che è composta da 3 verità che nessun venditore di formazione avrà mai il coraggio di dirti perché se te le dice rischia di perdere la vendita:

la notizia brutta è che sei in ritardo, che sarà dura accettare un cambiamento di “visione” e che potresti non farcela al primo giro di giostra

la notizia bella è riservata solo ed esclusivamente a chi ce la fa, ovvero a chi mette in moto le emozioni, chi raccoglie la sfida per raggiungere il proprio obiettivo o per allontanarsi da una situazione che non sente più calzare alla perfezione e torna a generare teste colorate e di tendenza con la propria firma incassando contemporaneamente il riconoscimento nella propria zona e realizzando quella che io chiamo PR! Passione Ripagata!

Si Giovanni ok! Ma non mi hai dato la notizia buona!

Ohhps! Hai ragione, scusami, la notizia buona è che costruirai TU stessa/o il POSIZIONAMENTO del tuo salone nella tua zona di riferimento, e non con materiale pronto per tutti, impossibile, perché solo TU e la tua originale ed esclusiva interpretazione e visione della moda ci metterete la firma, nessun altro!

Come utilizzi e valorizzi oggi la tecnologia all’interno del tuo salone in riferimento al lavoro che fai? Quanto la utilizzi nel colore che fai?

Nel corso del Go-BEYOND riprodurremo tramite una specifica tecnologia differenziante colorazioni che generano nuova percezione del colore stesso per le tue attuali clienti e pe le loro amiche e conoscenti che le vedranno!

Come nell’alta moda si utilizzano materiali di tendenza, lo stesso nel colore capelli, lasciando percepire un lavoro artigianale non indifferente che rende quel “pezzo” raffinato e consapevole, prendendo spunto dalle forme geometriche e dalle vibrazioni che le nuove tendenze anno dopo anno riescono ad emanare.

Non ci può essere Go-BEYOND e business di salone se non c’è il colore: il Go-BEYOND è legato al colore, con l’obiettivo di liberare la tua creatività nel riprodurre nuove percezioni del colore.

Nel Go-BEYOND ti insegneremo prima di tutto a colorare secondo la tendenza moda che poi TU interpreti nel tuo salone in base alle clienti che entreranno, e NON in base a una modella tipo o ideale. Ricorda: il Go-BEYOND non è una collezione!

Cosa puoi fare più e meglio dei tuoi concorrenti? Dotarti di una tecnologia diversa dalla loro da affiancare alla tua creatività!

Creare basi di sfumature con tecnologia ELUMEN, in modo da rendere il tutto estremamente brillante e inserire successivamente con nuove tecniche, tonalità di COLORANCE o dei nuovi PIGMENTS!

Devi per forza dotarti di un sistema colore integrato e conoscerlo bene per sfruttarlo al massimo portandolo oltre i suoi limiti, conoscere bene l’utilizzo di ELUMEN, COLORANCE e TOPCHIC, i PIGMENTS che stanno facendo fare davvero un altro salto di qualità, in termini di risultato e quindi di servizio, a molti tuoi colleghi parrucchieri, legato inevitabilmente anche al tuo destino di Partita IVA e ai tuoi incassi! Ancora una volta Passioni Ripagate.

Senti! Per capirci meglio lascia che ti dica una cosa:

Le collezioni le lanciano tutti e le fanno tutti i tuoi concorrenti di zona. Il punto è poi come ci lavori TU in salone con quella collezione. Il Go-BEYOND non è solo una collezione ma è un sistema per guadagnare con il colore e ti prometto che porteremo il tuo salone a guadagnare di più con il trend colore.

La “collezione” per noi sono altre, sono la formazione che facciamo in Academy o direttamente da te in salone, la “LUXURIOUS BRUNETTE” fatta in Academy a Milano, oppure la “ELUMEN COLLECTION” o ancora l’immancabile “NATURAL BLONDE” o “RED PASSION”.

Go-BEYOND non è solo una collezione pronta per chi non sa colorare, o non ha voglia di spremersi come un limone per fare personalmente – con l’aiuto e l’ispirazione del trend moda internazionale – la differenza!

Go-BEYOND è un sistema per fare concretamente la differenza e quindi la grana tutto l’anno.

Quante volte mi hai sentito parlare di posizionamento del salone tramite il Go-BEYOND? Penso che sarai stufa/o di sentirtelo ripetere ma i tuoi colleghi che partecipano ogni anno – pur essendo un percorso impegnativo – lo fanno perché sono entrati definitivamente in questa visione e nel sistema.

NON MOLLARE AL PRIMO GIRO DI GIOSTRA! Se hai già partecipato e pensi di non avere ancora in salone le clienti a cui proporre il Go-BEYOND e pensi che non sia utile per te leggi qui sotto!

Perché iscriverti al Go-BEYOND?

  •  se hai partecipato e ancora il color zoom per te è un servizio per poche clienti in salone
  •  se lo hai fatto una o due volte e lo trovi più “lento da proporre” rispetto ai corsi di Milano
  •  se non hai ancora fatto nessuna testa con le nuove TENDENZE (ormai super disponibili su Internet) o viceversa se qualche testa l’hai già fatta proprio perché hai attinto a piene mani da Internet
  •  se vuoi mettere la tua firma personale su ogni lavoro che esce dal tuo salone creando e non riadattando una collezione
  •  se vuoi crescere personalmente come colorista professionista, ed essere riconosciuto come specialista nel colore!
  •  se vuoi mettere alla prova tutto il tuo team salone e dare loro un’altra occasione per comunicare alle tue clienti nuova professionalità

Il Go-BEYOND è il corso che non puoi perdere! Perché fa per te!

Se non credi a me, credi a loro, chiedi direttamente ai tuoi colleghi in tutta Italia che cosa fanno con il Color Zoom e che risvolti ha nel loro salone abbracciare questa sfida costante tutti gli anni, dove li sta portando o dove li ha portati nei confronti della percezione che la clientela ha di loro nella loro zona (tutto questo si chiama POSIZIONAMENTO e mi spiace dirtelo – tocca me – non avviene nel mondo virtuale se non sei in grado di farlo nel mondo reale del colre!!)

Chiedi a loro, clikkando sulla foto del loro ultimo lavoro per il Challenge (cosa che non ti posso psiegare ora altrimenti facciamo notte!) finirai sui loro profili Facebook, contattali e chiedi referenze dirette da chi ogni giorno come te si spacca la schiena in salone:

Alberto Rangini

Andrea Gambero

Angelo Azzini

Danny Bonadduce

Jacopo Schiavinato

Veronica Giurato

Sai come la penso: e’ il colore che ha avuto più crescita negli ultimi anni e che è aumentato nel tuo listino salendo e passando da 27 a 35 euro e poi a 40,  45 e aumenta ancora!

Ecco perché devi frequentare il Go-BEYOND di chi è specialista del colore: per fare i veri incassi da soldi!

E non solo per un giorno, appena rientrato dal corso… anno dopo anno ti insegneremo come monetizzare il Go-BEYOND su più clienti possibili del tuo salone facendo POSIZIONAMENTO alla stato puro!

E la risposta è si! Certo, portai trasportare tutto quello che realizzi nel mondo reale in quello virtuale ovviamente!

Tutti i parrucchieri vanno a lanci moda e prendono collezioni da portare a casa, ma poi devi trasportarle su cosa? Sulla tua cliente di salone! E se non hai quel capello, quella modella, quel viso, quel colore di base, capita spesso che non la rifai… allora è il Go-BEYOND che devi continuare o cominciare a fare.

Non ti sto proponendo un colore in se, ti propongo un sistema per posizionarti e per vendere alle tue clienti un progetto di bellezza e cura dei capelli, è tutto uno spostamento energetico della tendenza, una nuova frontiera del colore.

Una collezione commerciale di larga diffusione, che va bene per tutti… anche al supermercato, priva di pregio autentico e senza la tua originale firma, si vende facilmente…Ma dopo devi giustificare alle tue clienti il perché costa poco…

Go-BEYOND è alta moda rielaborata dalla tua unicità e resa ACCESSIBILE dal tuo listino.

Go-BEYOND è remunerativo per il salone perché cucito su misura sui nostri clienti e quindi cucito su misura sulle tue clienti salone.

La moda ha ogni anno un tessuto diverso, di pregio: i nostri tessuti sono i pigmenti e la tecnologia brevettata che ti portiamo in salone, quelli di ELUMEN di COLORANCE di TOPCHIC e dei @Pure Pigments, e ti fanno la differenza.

Nel percorso del Go-BEYOND imparerai a cucire su misura delle tue clienti la nuova tendenza moda, imparerai a replicarla e ti insegneremo come venderlo e farlo a più clienti possibili insegnandoti a modificarlo in sicurezza. Anno dopo anno il risultato è:

  1. Posizionamento
  2. Spesa media più elevata per singola cliente colore
  3. Aumento dei passaggi cassa delle clienti target
  4. Aumento della clientela attirata dal posizionamento riconosciuto del tuo salone
  5. Ripartenza dal punto 1

Molti miei colleghi oggi ti parlano di pigmenti, ELUMEN è nei saloni di molti tuoi colleghi dal 2000 e non è ancora stato “avvicinato” da nessuno dei miei concorrenti (non dico eguagliato, ma nemmeno avvicinato!!) da marzo 2018 con PIGMENTS stiamo facendo un altro strappo rivoluzionario. Per esserci non puoi mancare al Go-BEYOND, non aspettare che passino altri 18 anni come è successo con ELUMEN!

Si! Nel 2018 abbiamo vinto il premio come miglior colore ristrutturante:

Però c’è un problema amico caro!

ELUMEN è nel mercato da 18 anni! Si hai capito bene: DICIOTTOANNI!

Pensa come se la ridono sotto i baffi i tuoi colleghi che lo usano da molto tempo e lo conoscono, conoscono tutti i suoi segreti e ne rendono le clienti colore dipendenti!!

Sappiamo bene che non tutte le tue clienti hanno le basi previste per le modelle che ti mostreremo, cosa farai? L’errore più grosso è fare i colori di tendenza con i colori naturali… Con i beige, i brown, stravolgere la tendenza, cambiare la filosofia e ridurla significa svilirla, renderla commerciale.

Senti! Se pensi di comprare da me vuol dire che ti ritieni tutto tranne che commerciale! E non sto parlando del tuo listino. Magari il tuo listino non è alle stelle ma hai il giusto giro, e non certo perché sei commerciale! Ma piuttosto sei o originale o unica/o nelle tue interpretazioni colore, oppure vuoi diventarlo o farlo percepire ancora di più di come è percepito oggi creando un vero e proprio POSIZIONAMENTO di salone!

Più è complesso il percorso per arrivare a un risultato colore, più ti eleva come colorista!

Se quello che ti facciamo fare diventa troppo commerciale vuol dire che tutti la possono fare, ecco perché non devi abbandonare la filosofia del Go-BEYOND.

Il Go-BEYOND è uno strumento molto potente per il business colore di salone, solo che devi seguire il back ground internazionale che ti passiamo e studiarne la filosofia per fare la differenza. Noi ti passiamo tecniche e interpretazioni di un trend trasferibile in moda, lo rendiamo accessibile per te, e ti aiutiamo a capire come trasformarlo per le tue clienti colore!

Cosa vuol dire essere di moda? E’ quanti Go-BEYOND riesci a fare nel tuo salone!

Fare i soldi significa trasformare il Go-BEYOND non in commerciale, ma imparare a farlo su misura per le tue clienti. Devi capire come lavora la tendenza senza fartela imporre, il taglio accompagna il colore ma il soggetto protagonista è il colore. E’ il colore il servizio remunerativo che fai sulle clienti una volta al mese o ogni due facendotelo pagare bene! Vieni a lavorare sul colore e avrai modo di

  • alzare il listino prezzi
  • sviluppare la spesa media delle tue attuali clienti colore
  • attirare nuove clienti colore in salone
  • tutto mentre costruisci il tuo POSIZIONAMENTO di zona

Certo, puoi utilizzare anche il social, faccialibro e instagram ma solo dopo aver realizzato i sogni delle tua attuali clienti colore! Sul serio e anticipando le tendenze moda!

Per fare questo devi lavorare sulle clienti della tua zona, devi lavorarci nel senso letterale del termine, ovvero fisicamente, le devi conquistare, portarle in salone, sederle e mandarle fuori più belle di prima!

Ricorda che le donne italiane sono natural chic, raffinate e consapevoli, accettano la moda ma la accettano reinterpretata per loro.

Nel colore hai un insieme di fattori che determinano il risultato, e non li puoi imparare guardando… puoi guardare le divisioni di un taglio e riprodurle poi in salone. Per servizi colore trend e differenzianti devi conoscere la tecnologia dei prodotti che creano il Go-BEYOND… il colore è in continua evoluzione.

Una volta compreso questo Tu poi nel tuo salone farai la tua collezione che non è un copia incolla. Noi ti diamo l’ispirazione e non una “semplice” tecnica che devi riprodurre. Non dovrai creare le stesse identiche sezioni: ti insegneremo – da quelle sezioni – a prendere spunto per adattarle alla tua cliente/modella quando sarà in salone.

ORA TOCCA TE! CI VEDIAMO IN SALONE… OPPURE CHIAMAMI O CONTATTAMI!

RICORDA CHE UN LUNGO VIAGGIO COMINCIA CON IL PRIMO PASSO

CHi è che ti mette le corna…?

Lo sai quante volte la tua cliente media decide di entrare in un supermercato invece che nel tuo salone?

Non ti sei mai posto/a la domanda, eh? Eppure chissà quante volte la cliente ha prenotato da te e poi, essendo fine mese si è accorta di dover stare stretta col budget, che i soldi stavano finendo e ti ha chiamato inventando che era affetta da un morbo raro e incurabile che non le permetteva di venire all’appuntamento prenotato da te!!!

…E la soluzione migliore (per lei) qual è stata?

Annullare o rimandare l’appuntamento nel tuo salone… per poi andare a comprarsi il BOX TINTA al Supermercato oppure in una “Casa del Parrucchiere”! Tanto lì ha trovato lo stesso prodotto che usi tu nel tuo salone!!

Facciamo così: prendi il block notes e assegna tre punti per ogni ipotesi accertata fra le seguenti:

  • Osservando bene il tuo salone, ti accorgi che somiglia all’ipermercato perchè vende, o ha venduto in passato, la stessa marca delle tinture in BOX, quelle della pubblicità televisiva… Dai!! Ci siamo capiti, no?!?
  • Capita spesso che una cliente disdica all’ultimo momento l’appuntamento e – fatalità – il calendario ti segnala che sei a fine mese (e quindi lo è anche il portafogli della tua cliente)
  • Fino ad ora non ti ha fatto “nè caldo nè freddo” che il supermercato vende i tuoi stessi prodotti
  • Ogni tanto tornano in salone clienti che non vedevi da un pò e ti accorgi che hanno fatto il colore da un’altra parte…

Hai totalizzato più di sei punti? Ahi ahi ahi! È ora di rendersi conto che forse c’è qualcosa che non va!

È il momento di cambiare rotta e differenziarsi dalla concorrenza (e la concorrenza, come vedi, non sono solo gli “altri saloni” ma anche supermercati e case del parrucchiere).

Ora ti puoi finalmente spiegare perchè, nonostante sudi e ti affatichi, lavorando 12 ore al giorno e mettendoci tutta la tua artigianalità, esperienza  e professionalità, i conti non tornano mai come ti aspetti o come vorresti – e aggiungo io COME TI MERITI!! – a fine mese neanche per te (oltre che per la tua cliente!).

Se continui ad offrire alla clienti gli stessi servizi che trova ovunque perché tanto il colore è tutto uguale, non riuscirai mai a DIFFERENZIARTI e portarla a scegliere TE!

Se il colore è tutto uguale, lo è veramente e quindi il tuo colore è simile a quello in BOX!!

Agli occhi della tua cliente, tu:

  • Non apparirai mai come una professionista UNICA
  • Non riuscirai mai a farle arrivare la percezione che i tuoi servizi sono ESCLUSIVI
  • Non la metterai mai in condizione di scegliere TE a fine mese, quando le risorse economiche si assottigliano, perchè tanto c’è un BOX che l’aspetta con la carta punti fedeltà!!

Se davvero vuoi mantenere a un buon livello se non addirittura cambiare e migliorare le sorti del tuo salone e ne hai anche le capacità, vista la tua professionalità indiscussa, è ora di iniziare a:

  • Dotarti di un partner di fiducia che faccia di te un professionista che si distingue per essere UNICO e mettendo nelle tue mani una tecnologia differenziante e unica
  • Servirti di un partner che tenga davvero al tuo sviluppo, perchè diventa anche il suo sviluppo, iniziando assieme un percorso che ti renda INIMITABILE agli occhi della tua cliente e ti permetta di consolidare il tuo attuale successo o di elevarlo ancora un pò
  • Differenziarti offrendo alla tua cliente quello che davvero non trova al supermercato o presso la “casa del parrucchiere”: le tue mani e una tecnologia colore differenziante su medie lunghezze e punte che solo nei migliori saloni può trovare

Il mercato dei terzisti, e se vuoi saperne di più, ti consiglio di andare a leggere la mia News Letter dedicata a questo tema, rende molti tuoi fornitori uguali tra loro, quasi tutti infatti vendono a te gli stessi prodotti del supermercato ma con una differenza: il supermercato offre lo sconto 3 x 2!

Non ti senti male anche tu al pensiero che la cliente possa mettere un paio di guanti e spalmarsi da sola lo stesso prodotto che hai tu e dopo ottenere la stessa colorazione che le avresti offerto tu?

Si lo so, starai pensando: ma non scherziamo neanche! Io le faccio la tecnica speciale! Vuoi mettere la mia piega con l’asciugatura che fa la cliente da sola a casa sua?

Hai ragione, non c’è paragone: ma dopo il primo lavaggio, la tua piega non ci sarà più e la tua cliente si asciugherà i capelli “a modo suo”.

La piega non può essere la tua arma per differenziarti! Bisogna puntare su qualcosa che SOLO tu puoi offrire e cioè le tue mani che utilizzano una tecnologia unica nel mercato e differenziante perché cambia il tuo approccio colore!

Non c’è supermercato che tenga!

Incontriamoci e ti spiegherò da dove inizia il tuo percorso di differenziazione che  renderà i tuoi servizi davvero SPECIALI e INSOSTITUIBILI

Il parrucchiere che finì per diventare obeso e avere un infarto mangiando sempre al Fast Food!

Febbraio 2014, scrivevo un articolo a mio parere moooolto pesante sul marketing, se vuoi leggerlo puoi vederlo QUI.

Dopo più di tre anni sono ancora più convinto che devi fare FOCUS su di te e la tua caratteristica principale, quella che ti permette di andare avanti giorno dopo giorno: il fatto di essere artigiana/o!

Perchè devi assolutamente salvare la tua anima di colorista dalla razionalizzazione dell’era pre crisi e salvaguardare la tua caratteristica più importante, quella dell’essere artigiano: del fatto a mano, su misura, personalizzato e solo per una singola cliente e MAI in serie o standard!

In questa fase non si sa più se sei un consumatore o un produttore! I cervelloni ti e ci chiamano PROSUMER = Produttore/Consumatore!E tu penserai: io sono un artigiana/o! 

Certo, risposta esatta! Ci sono tuttavia degli aspetti del tuo lavoro e del tuo salone che sono stati “contagiati” da quella che il sociologo George Ritzer chiama “la McDonaldizzazione della produzione”, senza riferirsi in modo specifico alla famosa catena di Fast Food ma allo stile di vita per cui il principio dei fast food diventa dominante nei vari settori della società, quindi anche nel tuo.

L’aspetto principale che modifico con il mio “sistema colore” è proprio questo, è un ri-torno ad una visione più di bottega e meno industriale del tuo salone. Cercherò di spiegarmi meglio.

Se vuoi prosperare senza impazzire devi assolutamente tirarti fuori dalla bologia imperante oggi che vede entrare nel tuo salone clienti “produttrici&consumatrici”e trovare il sistema per fare in modo che anche le tue clienti percepiscano te e il tuo salone come DIVERSO anche e sopratutto in questo, perchè loro – non essendo artigiane – non potranno probabilmente salvarsi da quest’onda inarrestabile.

Questo fenomeno interessa infatti le aziende, ma anche diverse isitutuzioni sociali come le scuole, le università o le chiese. Tu puoi e devi prenderne il buono e lasciare il non buono per affermare te come artigiana/o e differenziarti prima di tutto per questa tua caratteristica imprescindibile che nessuno può fortunatamente toglierti, puoi dalle tue mani far rinascere la tua bottega, come parlo anche in altri articoli tipo QUI.

Ma scopriamo cosa intendo per McDonaldizzazione e tutto il mondo del fast food e della velocità in genere e come questo processo “economico e culturale” influenza le tue clienti (nel loro lavoro e nel loro processo di acquisto in generale) e di conseguenza come ha influenzato il tuo modello di lavoro in salone e infine perchè dovresti fare un’altra scelta.

Il sistema fast food per Ritzer ha 5 dimensioni principali:

1 EFFICENZA: che tradotto all’interno del tuo salone vuol dire

  • Ottimizzazione del processo stile catena di montaggio (quindi standardizzazione dei servizi e delle tacniche uguali per tutte le clienti di un certo tipo di colore) per “rimuovere” passaggi “inutili”
  • Semplificazione dei prodotti, ad esempio: “il pollo è di per sè un animale complesso, un insieme di ossa, cartilagine e pelle su cui è difficle lavorare e che bisogna mangiare con attenzione, così è stato sostituito dai Chicken McNuggets che non hanno ossa o pelle o cartilagini…” e che molti tuoi fornitori imitano con un unico colore che applichi modificando solo la percentuale di ossigeno su tutto il capello semplificando il tuo lavoro in salone
  • Consumatore&Produttore ovvero la trasformazione della tua cliente in quella cliente che più ti da fastidio, quella che ne sa più di te! E’ di gran lunga più efficente per un fast food o per una banca far lavorare i propri clienti piuttosto che assumere dipendenti che svolgano lo stesso compito. Chi utilizza un bancomato oggi è cliente della banca ma produce una transazione bancaria che una volta svolgeva un dipendente, penso al Telepass o all’acquisto di un libro su Amazon dove tu produci l’ordine… o il McDrive, ordini, mangi in auto, e fai anche da spazzino perchè è tuo il compito di smaltire i rifiuti.

Nel tuo salone questo si traduce sia in meno clienti che si colorano da te perchè possono farlo “comodamente” a casa loro oppure in clienti che dopo un’over dose di tutorial ti dicono quali becchi puntare per la loro piega o quale nuance utilizzare per spegnere il rosso indesiderato!

2. CALCOLABILITA’: la quantità anzichè la qualità! I fast food sono bravi in termini di quantità ma non in termin idi qualità. Il cibo servito è mediocre, ma le porzioni sono grandi e il prezzo relativamente basso. Come mai esiste il Big Mac ma non un “Delicious Mac”? Conta quanto viene fatto e quanto velocemente lo si ottiene, non come lo si fa nè la sua reale qualità.

3. PREVEDIBILITA’: in cosa il tuo salone è differente dai concorrenti della tua zona?

  • Prevedibilità degli ambienti: tutti sanno cosa aspettarsi quando entrano in un McDonald’s e cosa succederà, tutto il processo è prevedibile e quindi rassicurante. Allo stesso modo tutti i saloni premono tubi di colore, spesso in magazzino, e si presentano alle clienti con una ciotolo di colore e un pennello…
  • Prevedibilità del comportamento: sia in termini di quello che il parrucchiere comunica alla cliente sia in termini di come lo comunica. Fai consulenza a tutte le clienti? Anche le tue clienti toriche o loro no tanto fanno il solito o sai già che non accetteranno le tue nuove proposte?
  • Prevedibilità dei prodotti: …il colore è tutto uguale?

4. CONTROLLO DELLE MACCHINE: che non ti coinvolge direttamente ma indirettamente in quanto molte delle tue clienti stanno subendo questo processo di controllo e probabilmente a loro volta cercano di controllare il tuo lavoro perchè stanno perdendo la dimensione più umana del tuo essere artigiana/o. Qui spetta a te fare opera di profesisonalità e differenziazione, rispetto al mondo che vivono quotidianamente e anche ai tuoi concorrenti.

5. IRRAZIONALITA’ DELLA RAZIONALITA’: questo aspetto ti colpisce anch’esso indirettamente ma lo devi conoscere per poterlo gestire a tuo vantaggio (in termin di differenziazione e di gestione della tua cliente bersagliata da tutto questo). Cosa intendo?

“...di frequente da McDonald’s bisogna attendere a lungo in fila, impiegando così tanto tempo per ottere il proprio pasto” mentre il cliente si aspetta un servizio fast, “…inoltre quella che dovrebbe essere una maniera economica di mangiare si rivela in realtà esosa, quando si calcoli esattamente il costo di quel che si è acquistato”

Questa in sintesi la visione sociologica di Ritzer. Quanto incide questo tipo di ritmo che ha preso anche la tua vita quando non sei in salone e diventi una consumatrice o un consumatore sul tuo ritmo quotidiano di salone? Per caso sono passati recentemente a proporti colori in 10 minuti?!?

Mi sbaglio o mal sopporti le clienti che “sanno tutto loro” e che ti dicono cosa devi fare?

Mi sbaglio o vorresti che la tua genda fosse più fluida, riempita con più normalità anzichè esplodere e farti fare 12 ore al venerdi e al sabato?

Se sei un parrucchiere che ha ancora degli obiettivi di crescita, sai che per arrivare alla tua meta dovrai lavorare molto e questo no ti fa paura, ma a volte forse ti fa più paura:

  • dover pensare a un elemento differenziante per te e il tuo salone per poterti distinguere nettamente dalla concorrenza
  • doverti sobbarcare mille competenze trasversali mentre tu vorresti principalmente tornare a divertirti a fine giornata, magari semplicemente colorando
  • dover gestire le problematiche che le clienti ti portano all’interno del salone e che spesso ti impediscono di eccellere nella tua conuslenza per poter offrire di più

Ecco perchè insisto nel cercare artigiani che amino il loro lavoro e che siano consapevoli che possono, accettando un cambiamento di visione, fare ottime PR. Passioni Ripagate, come dico sempre!!

Ci sono molti aspetti nel “sistema colore” che ti offro di fare e tuo e conoscere che aggiustano letteralmente molte delle discrepanze irrazionali nella razionalità apparente del salone com’è oggi:

  • fortificando la tua etica in un approccio diversificato tra medie lunghezze e punte, non solo come potenza dell’ossigeno, ma come promessa in termini di risultato finale e nel tempo
  • mettendo nuovamente al centro te e la tua competenza, in modo paritetico tra noi (io fornitore e tu artigiano), ed elevandoti rispetto alle tue clienti in un concetto che è anche “slow food” per rimanere in tema, e che ti permette di riprenderti la tua “posizione”
  • dotando il salone di strumenti DIVERSI e differenzianti anche in termini di prevedibilità rispetto ai saloni per parrucchieri che sono “tutti uguali”, penso al sistema di estrazione in bombola piuttosto che agli strumenti innovativi per le medie lunghezze e punte
  • dandoti la possibilità di esprimere la tua unicità senza mai imporre o consigliare tecniche standard ma tutte altamente sartoriali e su misura
  • permettendoti di ritrovare la tua originale creatività differenziante semplicemente abbattendo limiti tecnici che spesso ti sono imposti dalla spasmodica ricerca di calcolabilità che affligge molti dei fornitori in gioco oggi…

Il tuo lavoro non sono solo numeri. Ovvero il tuo lavoro non deve farti dare i numeri… deve permetterti di farli! E divertendoti!!

“- Alice: Per quanto tempo è per sempre? – Bianconiglio: A volte, solo un secondo.”

Il Bianconiglio s’affrettava….s’affrettava…correva e diceva “Presto, che è tardi!”

Il Bianconiglio di Alice nel Paese delle Meraviglie era costantemente di fretta…ma poi chissà perché!

Il concetto di velocità negli ultimi anni ha subìto un’inversione di rotta. Un esempio è la cucina che dall’affannoso concetto del Fast Food, ha iniziato a divulgare l’importanza dello Slow Food.

E lo Slow Food è sparito? No, ma ci sono più ristoranti nella Guida Michelin! Tu devi solo scegliere ed è una scelta che spetta SOLO a te!!

I vecchi saggi ci hanno insegnato che la fretta è una cattiva consigliera e che “chi va piano, va sano e va lontano”… PAROLE SANTE! Come non condividerle?

IL CASHMERE DI SOLOMEO E IL TUO SALONE DI STILISTA DEI CAPELLI

Conosci Brunello Cucinelli? Cucinelli è un imprenditore che rappresenta un mirabile esempio. Ammirevole e lodevole prova tangibile del fatto che la lentezza e la ricerca della tradizione, unita all’innovazione, possono davvero trasformare un’azienda, facendola prosperare e dando dei buoni frutti.

Cucinelli ha radicato la sede del suo impero economico in un piccolo borgo delle colline umbre, chiamato Solomeo (No Made In China!). Quest’uomo lungimirante fonda il suo benessere e quello (economico) della sua azienda, sul rispetto del tempo, della dignità morale ed economica dell’uomo. Un concetto RINASCIMENTALE in chiave moderna: chapeau!

L’artigiano ha per Cucinelli un valore inestimabile, UNICO, un valore da cui deriva l’ECCELLENZA della qualità di un prodotto che nessun altro può eguagliare.

Il tuo lavoro di artigiano ha la caratteristica di essere INIMITABILE. A differenza di altri imprenditori che vendono prodotti o servizi – incluse alcune figure che un tempo erano artigianali e oggi sono industrializzate – tu riesci a:

  • creare opere sulle teste delle tue clienti
  • realizzare i sogni di donne che rimettono la loro bellezza a te
  • produrre capolavori

“SEMPLICEMENTE” con le tue mani, attraverso l’esperienza e la preparazione costruite negli anni.

Come mai ti sottometti spesso alla velocità imposta dalla cleinte? E’ obbligatorio far presto? Esiste un modo, un metodo, un sistema per evitare di far presto e male?

Tu cosa hai in comune con Cucinelli, il re del cashmere?

Il tempo è anche per te una risorsa importante, che va sfruttata sapientemente. Un tempo mal utilizzato ha come conseguenza quella di:

  • assecondare le nevrosi di clienti impazzite che ti mettono fretta non curandosi realmente del risultato finale sulle loro teste, ma incolpando poi te di quel risultato
  • realizzare un servizio che spesso non ha avuto il tempo necessario per essere confezionato su misura e sulle reali esigenze della tua cliente
  • ricevere le lamentele di chi, una volta a casa, si rende conto che non hai offerto nulla di diverso dal salone dal quale la cliente era scappata

La giusta attenzione al tempo, ti permette invece di differenziarti attraverso:

 un approccio diverso al colore, con risultati ECCELLENTI, di cui beneficia la tua professionalità

 l’educazione della cliente, che impara a dosare i suoi tempi, a rispettare i tuoi… con il risultato di essere più soddisfatta (e più a lungo nel tempo), oltre che a programmare i suoi successivi appuntamenti nel tuo salone, secondo le TUE regole e magari avendo anche il tempo di comprare qualche servizio in più!

 il prosperare della tua salute, del tuo benessere professionale e delle tue risorse economiche, che sapranno concretamente VALORIZZARE la tua professionalità di artigiano

Al Mac Donald’s non ti aspetti certo di trovare la bistecca Chianina! Trovi un cibo che – preparato in velocità (Fast Food) – non ha concesso il giusto tempo alla qualità.

Tu come artigiano sei DIVERSA/O! Tu usi le mani e dai vita ai sogni ma

COME COMUNICHI ALLA TUA CLIENTE QUELLO CHE SEI E CHE SAI FARE?

  • il tuo servizio colore rispecchia il rispetto del tempo o è più “veloce” dei concorrenti?
  • il tuo servizio colore rischia di non soddisfare la cliente…e di ingannare anche te e parlo di un aspetto tecnico di cui ho parlato più volte tipo QUI (il risparmio – del tempo – non è mai guadagno)
  • se il tuo servizio colore asseconda le paturnie della cliente stressata, finisci per stressarla un po’ di più anche tu e di riempire il tuo vaso fino all’ orlo… e questo non è un bene

Concedi a TE e al TUO SALONE il beneficio del tempo attraverso un Sistema Colore

  • applicato con le giuste tempistiche e in modo differenziato tra ricrescita, medie lunghezze e punte
  • che diventa la chiave del tuo rinnovato successo e riposizionamento sfruttando lo Slow (da sempre abbinato al lusso artigiano, nella sartoria, nella lavorazione del legno, in cucina, ecc.)
  • che dà come risultato una soddisfazione “diversa e più consapevole del nuovo valore” della cliente che poi ri-torna da te… ri-educato al tuo nuovo approccio, invece che vagare stressata a far impazzire parrucchieri

Il tuo sistema colore deve essere il tuo alleato, perché ogni tua cliente sappia che anche il colore è come la buona cucina che ha bisogno di tempo.

Rieducare la cliente al rispetto dei tempi, aiuta te a lavorare meglio, lei ad essere pienamente soddisfatta del risultato che tu – con le tue mani di artigiano professionista ed esperto – riesci ad garantire.

  • la soddisfazione della tua cliente si tramuta nel tempo in costanza dei suoi appuntamenti nel tuo salone …invece che dell’infedeltà continua o della vera e propria pazzia
  • la costanza e la maggiore frequenza dei suoi appuntamenti si tramuta in tua soddisfazione professionale e benessere economico
  • la tua soddisfazione professionale e benessere economico si tramutano in felicità per te e maggiore TEMPO (un elemento costante e prezioso) da dedicare ai tuoi affetti (la famiglia, gli amici, i viaggi, ecc..).

Il Sistema Colore può davvero DIFFERENZIARTI dagli altri saloni e DIFFERENZIARE il rendimento attuale del tuo salone, migliorandolo.

Vuoi saperne di più?

SONO FINALMENTE APERTE LE ISCRIZIONI AL TORNEO DI TIRO AL BERSAGLIO!

Tu partecipi? Eh!… Bella domanda! Centrare il bersaglio non è sempre così facile ma proprio per questo puoi decidere di fare focus su un punto e colpire dritto al suo cuore!

Ehi Ehi frena Giovanni! Io sono un hair stylist: di cosa stiamo parlando?

Naturalmente di TE e del tuo salone! Attraverso i tuoi servizi, definisci esattamente a quali clienti stai mirando e se hai centrato il bersaglio, queste non mancheranno di rivolgersi a te e di consigliare te anche alle loro amiche.

Questo è un processo è essenziale per
 non restare anonimo (il tuo salone deve essere riconoscibile per una specializzazione)
 non essere invisibile (il tuo salone deve essere visibile)
 non creare confusione… lasciando che le clienti pensino che tra te e gli altri è la stessa cosa

Se non lo hai ancora fatto, è arrivato il momento di dare al tuo salone una personalità e un obiettivo ben precisi per poter rispondere alle esigenze di una clientela specifica. Io le definisco clienti target e il loro profilo (non fisico ma ideale) e’ altospendente.
Ormai lo sai meglio di chiunque altro: proporre sempre i soliti servizi colore, con la cartella colori tinte per capelli che hanno tutti, non sortisce più nessun effetto! La cliente target (e questo non te lo insegno di certo io):

 non vuole più sentirsi dire: cosa facciamo oggi? Il solito?
 non vuole vivere le stesse solite sensazioni
 non vuole avere la percezione di aver scelto un salone qualsiasi

​La cliente target:

​ Si aspetta per se stessa il meglio
 Ha bisogno di innovazione ed esclusivita’
 Richiede e si aspetta di essere trattata da PRIVILEGIATA

Ecco cosa vuole trovare quando ti chiama per prenotare nel tuo salone!

Ricorda: ottenere una clientela ricercata e sofisticata significa saperla attirare. Questo presuppone sapere e conoscere esattamente cosa cerca. Solo un diamante è per sempre, e come da sempre dico ai miei clienti, il lavoro è lavoro. Chiediti se il tuo attuale sistema colore è perfetto per incuriosire e convincere una clientela esigente e selettiva.

Prenditi un momento di riflessione (no! Non intendo dalla tua relazione sentimentale!! Per quello non sono io l’esperto!) per il tuo salone e tieni ben presente che:

• fare le cose impiegando più tempo, viene identificato con “fatto bene” (un esempio? Lo slow food, inteso come riferimento di Eccellenza)

• fare le cose impiegando poco tempo e in fretta si identifica con “fatto con superficialità” (un esempio? Il fast food, considerato come riferimento di scarsa qualità o cibo “spazzatura”)

Non critico assolutamente la tua scelta (qualunque essa sia) ma ti invito a riflettere e a porre delle domande a te stessa/te stesso:

  • Che tipo di cliente vuoi?
  • Che tipo di salone volevi quando hai aperto?
  • Il salone che hai oggi, corrisponde al tuo sogno?

Non è mai troppo tardi per iniziare e non è mai troppo tardi per ricominciare. Come non e’ mai troppo presto per consolidare una posizione acquisita e relativamente tranquilla.

La crescita è data dal cambiamento! Specializzati in servizi colore e diventa un riferimento agli occhi delle tue clienti che ti individueranno come “specialista della colorimetria”. E potrai farlo facendo semplicemente quello che piu’ ami fare, colorare in modo nuovo medie lunghezze e punte.

Ottimizza la tua scelta, adottando la cartella colori tinte per parrucchieri che permette al tuo salone di diventare immediatamente riconoscibile. Il tuo sogno di salone inizierà a formarsi.

Per scoprire tutto quel che serve sui colori per capelli o per diventare colorista specializzato, scrivimi o chiama!

Dài una spinta al tuo salone, con una facciata completamente nuova, rendendoti appetibile agli occhi di clienti ESIGENTI, ALTOSPENDENTI e che voglio sentirsi UNICHE.

Diventa una pecora nera e distinguiti dal mucchio!

Per un “sistema colore” EFFICACE, RICONOSCIBILE e di SUCCESSO, ti basta solo lasciare i tuoi recapiti QUI, ti contatterò io!

Per capire come fare innamorare le tue clienti dei loro capelli e di te e il tuo team con colorazioni davvero UNICHE.

Ti renderai conto quanto il “sistema colore” cambierà la percezione e la visione che la cliente ha di te. Il tuo salone sarà prospero di clienti soddisfatte e orgogliose di poter raccontare alle amiche che sei la loro hairstylist di fiducia!

I pompieri stanno arrivando nel tuo salone perchè hai appiccato il fuoco!?!

Se senti la sirena avvicinarsi al tuo salone, forse i vigili del fuoco stanno arrivando proprio da te, per spegnere l’incendio che hai appiccato sulla testa della tua cliente!?!

No! Non commettere l’errore di pensare che la cosa non ti riguarda, e non parlo solo di colorimetria!

Forse alcune delle tue clienti non hanno mai avuto il coraggio di dirtelo ma uscendo dal tuo salone sono corse ai ripari per il disagio che hai provocato proprio TU.

Una cliente di un tuo collega che aveva scelto una tabella colori capelli biondi e durante il servizio ha riferito fortissimi bruciori alla testa mentre era in posa con un prodotto schiarente, eh… siamo ancora a questo si! SIGH!!

Quante cose le clienti ti dicono e quante invece NON TI DICONO e spariscono semplicemente?

Questa cliente ha descritto che la testa ha iniziato a sobbollire, mamma che bruciore! Si è sentita tanti piccoli, insistenti, continui, crescenti pizzicorii che le hanno creato moltissimo disagio e ha pensato: colori parrucchieri!

Certo questo è l’esempio estremo ma quante volte capita che:

  • la cliente si lava i capelli appena torna a casa perchè non le è piaciuta la tua messa in piega?
  • la cliente si pente del colore che ha fatto?
  • la cliente si desiderava un poco più chiara? un poco più scura?
  • la cliente si immaginava un risultato leggermente più freddo? appena più ramata?
  • la cliente voleva la frangetta fino a qui… e magari hai già accorciato troppo…!?
  • potrei continuare ma so che hai perfettamente compreso di cosa sto parlando

Ti sei mai chiesto/a se la stessa cosa sia mai successa ad una delle tue clienti senza che lei te lo dicesse?

Beh! Se non l’hai fatto, è bene che tu inizi a porti qualche domanda! Chissà quante volte è capitato, senza che tu te ne accorgessi e senza che la cliente te lo dicesse.

Pensi mai, ad esempio, a come mai QUELLA cliente non si vede più ed è sparita senza dirti niente? Eppure non hai visto il suo necrologio…

E se ti stai chiedendo:

  • se è capitato, perché non me lo ha detto?
  • se non me lo ha detto, allora non è mai capitato?
  • se capita ma non me lo dice, come faccio a saperlo?

Allora ti do’ un consiglio (anzi te ne do’ 6!):
    non dare per scontato che non succeda anche alle tue clienti, non dipende dalla tua bravura artigianale ma fa parte della tua professionalità nella scelta del fornitore e del giusto servizio;

    non aspettare che siano loro a dirtelo, a volte ci si vergogna, si teme di passare per psicopatiche, non tutte le clienti sono come quella che ne ha sempre una!

     non lasciare che escano dal tuo salone senza avertelo detto, per raccontarlo poi alla prima conoscente che incontrano per strada senza il tuo intervento!

Prova invece:

    a ricavare il giusto tempo tra un appuntamento e l’altro e ASCOLTARE la tua cliente durante la CONSULENZA e poi chiedere alla tua cliente se va tutto bene, ad esempio durante la posa;

    a fare in modo che le tue lavoranti, senza essere pressanti, osservino il comportamento della cliente, ad esempio durante la posa, potendo intervenire anticipando disagi e mostrando cura ed attenzione;

      a stilare un codice comportamentale da applicare in salone e da seguire da quando la tua cliente entra nel salone: una serie di accorgimenti e attenzioni, daranno l’impressione di un salone DIVERSO, più confortevole e professionale di quanto sei già.

Sicuramente vorresti il salone pieno di clienti TARGET che spendono e ti seguono sempre in tutto quello che proponi loro! Ok parti da queste considerazioni:

La cliente che SCEGLIE il tuo salone, adora sentirsi coccolata, avere la sensazione di essere UNICA, ama pensare che le cure che tu e le tue lavoranti le rivolgete siano un PRIVILEGIO destinato SOLO a lei.

La tua cliente media probabilmente passa da te una-due volte al mese, dedicando una parte importante del suo stipendio alla cura dei suoi capelli. Decide di spenderli da te perché ti considera una VERA PROFESSIONISTA, perché sa che la ascolti (in merito alle esigenze capelli) e comprendi realizzandole tutte le sue richieste colore.

SE STAI PENSANDO CHE MOLTE CLIENTI TI DICONO: “fai tu!” ecco non sto parlando di quelle clienti: togliti il vizio di escludere un approccio diverso dal tuo metodo attuale senza mai metterlo in discussione utilizzando ancoraggi a poppa e anche a prua pur rimanendo nel tuo porto sicuro!

Il tempo che la cliente trascorre nel tuo salone è molto PREZIOSO, e non esiste sensazione peggiore per una cliente che sentirsi trascurata o non ricevere le domande che la fanno sentire bene. Una cliente trascurata è una cliente persa! Soprattutto se è una cliente TARGET e tu non l’hai ancora riconosciuta come tale.

Oggi la valutazione che le clienti colore danno di te, del tuo staff e del tuo salone non si basa solo sulla tua preparazione, sullo storico dei tuoi corsi taglio e piega, sull’estetica e il design del tuo salone (ATTENZIONE! Non ho detto che non sono aspetti FONDAMENTALI! Ma non sono le uniche cose di cui tener conto).

La scelta di un “sistema colore” meno aggressivo e più attento alle composizioni chimiche delle tue soluzioni giornaliere e i servizi salone, lo studio del capello e della pelle della tua cliente, l’attenzione al suo benessere sono aspetti altrettanto indispensabili da cui non puoi prescindere.

La consulenza, e il tempo tra un appuntamento e l’altro per poterla fare come si deve anche il venerdì e il sabato sono fondamentali per sviluppare la spesa delle tue clienti e realizzare la tua Passione Ripagata, questo è il tuo concorso per parrucchieri 2017!!

La lavorante stufa di timbrare il cartellino nel tuo salone perché non condivide la tua filosofia aziendale, non può permettersi di mettere le cartine sulle ciocche delle clienti, avendo un’espressione tra l’angosciato e il catatonico.

Anche il suo atteggiamento (che dallo specchio del tuo salone la cliente vede!!!) fa parte dell’esperienza sensoriale e del viaggio emozionale della potenziale Cliente Target.

  • rivedi attentamente il comportamento delle lavoranti (e il tuo!);
  • inizia a porre domande alla tua cliente su come si stia trovando;
  • ricorda che andare dal parrucchiere, non è solo questione di phon;
  • metti da parte certe cattive abitudini e crea un vademecum per un’esperienza eccellente.

Pochi piccoli accorgimenti, cambieranno radicalmente il livello di piacere nell’entrare del tuo salone… e soprattutto nell’uscirne!

Solo tu puoi fare questo lavoro, non cadere nel tranello teso al parrucchiere pigro!

Molti ti si presenteranno con una soluzione pronta che tu pagherai cara e amara… se non riuscirai a personalizzarla su te stessa.

Preferisci la cliente che ti chiede il “solito colore”?

O sei in grado di ascoltare le sue esigenze e proporle il giusto “cambio colore”?

Dipende solo da te e dal “sistema colore” che hai costruito o ti hanno aiutato a costruire in questi anni di duro lavoro e formazione. Se i risultati ti soddisfano al 100% stai ripagando la tua passione e non senti la fatica.

Hai solo una vita e hai scelto di ESSERE un ARTIGIANO! Meriti di coltivare la tua Passione Ripagandola come ti spetta.

Se non è questa la situazione che stai vivendo e sai che puoi fare molto di più, sappi che non bastano solo semplici riflessanti professionali per capelli, spesso è l’approccio colore che devi modificare, smettendo di delegare a terzi il risultato colore e dotandoti di un “sistema colore” che ti riporti nella tua zona di comfort, quella del colorista!

Hai voglia di scoprire di più? Contattaci!

Questa volta ho deciso: Da lunedi inzio la dieta!

Ammettilo: chissà quante volte anche tu avrai pronunciato questa frase!

E se non l’hai fatto per la dieta, ti sarà sicuramente capitato di stilare l’elenco dei buoni propositi qualche minuto prima che scoccasse la mezzanotte dell’ultimo giorno dell’anno; pensando fra te e te: “Ah! Quest’anno è finalmente finito… l’anno prossimo inizierò immediatamente mettendo in pratica tutti i miei propositi”.

Chissà quante volte avrai inserito nella tua agenda mentale di fine anno che è giunta l’ora di:

  • contattare il nuovo arredatore, per dare al mio salone un’aria fresca e moderna in stile Industrial;
  • cercare su internet, gli accessori più cool: dall’asciugacapelli al lavateste, dalla spazzola ai nuovi asciugamani;
  • decidere una volta e per tutte chi sarà il mio fornitore esclusivo o principale perché sei stufa/o di dover perdere ogni giorno minuti preziosi a selezionare i rappresentanti di prodotti, che tanto ti vendono tutti la stessa cosa: colori per parrucchieri;
  • prenotare immediatamente il corso di aggiornamento, così mostro le mie doti di professionista che sa stare al passo con i tempi e sa sempre quello che la cliente vuole sulla sua testa
  • rieducare e formare le lavoranti, istruire la receptionist….

Insomma: è giunta l’ora di rivoluzionare tutto!

Si lo so! Continui a lottare con l’agenda che si gonfia e si sgonfia in continuazione, oscillando dal pienone dei grandi eventi, tipo Natale, in cui il tuo salone è sempre pieno… tanto da dover rifiutare qualche cliente dell’ultimo minuto perché non hai più spazio peri inserirla, e lavori in un clima felice e festoso, e ti senti tutta zompettante quasi fossi una renna di Babbo Natale!

Magari andasse sempre così, tutto l’anno!

Ti riprometti ogni volta di mantenere l’atmosfera festosa per i restanti 11 mesi, riuscendo finalmente a svolgere il tuo prezioso lavoro di artigiana dalle mani d’oro, potendoti permettere il lusso di far fronte ai tuoi impegni nei confronti delle spese del salone e nei confronti delle tue lavoranti, e allo stesso tempo avere del tempo per la tua famiglia, per i tuoi hobby e per incrementare il tuo borsellino!

Magaaaaari potessi non rinunciare più a realizzare i buoni propositi di inizio anno!

In cuor tuo sai benissimo che i mancati incassi rallentano lo sviluppo del tuo salone, e sai benissimo che:

–   non basta chiamare l’imbianchino, per dare un’aria vintage al tuo salone

–  non basta comprare il prodotto d’eccellenza dell’azienta “TOP DEL TOP SERIE A PARRUCCHIERI”, per risollevare le finanze del tuo salone

–  non basta iscriverti al corso dal grossista, dove spendi meno… e vedi cose già viste 

Se non puoi permettertelo, almeno non commettere questi errori grossolani, che rischiano di far precipitare a strapiombo il fatturato del tuo salone e i tuoi sogni di inizio anno!

Frammentare la tua formazione, mettere in confusione il tuo magazzino con prodotti di aziende diverse che messe assieme danno una pozione esplosiva (con effetto bomba sulla testa della tua cliente…. ma bomba nel senso di distruttiva!!!) può solo peggiorare le sorti del tuo lavoro e la qualità della tua vita.

È il momento di porti qualche domanda, per capire dove intervenire:

  • Cosa percepisce la cliente che frequenta il salone?
  • Continuerà a lamentarsi se solo proverai ad alzare una delle tue tariffe?
  • Cosa comunichi a quella cliente che il tuo salone lo guarda dalla vetrina esterna?
  • Come sei percepita attualmente nella tua zona? come volevi essere vista quando hai aperto? Sei FELICE?

Eh bravo Giovanni! un applauso! Ma in pratica come faccio?

Inizia a fissare dei punti fermi, che permettano alla cliente di percepire il tuo salone come un salone che ha carattere, unico nella tua zona, che ha delle caratteristiche precise che lo rendono speciale:

  • iniziando a posizionarti attraverso il colore e come colorista specializzato: la cliente deve percepire che è la tua specialità, perché un colore non è uguale ad un altro
  • seguendo una formazione che fa davvero la differenza per te
  • superando la resistenza al cambiamento per ripartire, con fatica si ma anche con risultati che constaterai nel giro di pochi mesi tu stessa/o

se vuoi essere percepito/a dalla tua cliente come un salone di prestigio, è ora di stravolgere e dire addio alle cattive abitudini, alla confusione, al magazzino che ha un po’ di tutto ma non ha niente: il cambiamento inizia da te. E le clienti questo lo sentono e lo vedono in quella che viene definita esperienza d’acquisto!

Che tipo di esperienza d’acquisto fanno le tue clienti? Hai un sistema colore per sviluppare la loro spesa e ripagare la tua passione? Ricorda sempre: Passione Ripagata! Semplicemente facendo ciò che ami: colorando!

Non si tratta di essere magici, ma di riuscire a prevedere i risultati!

Hai letto bene! Non si devono possedere alambicchi e pozioni magiche per ottenere i risultati tanto sperati quando parliamo di colori tinte per capelli.

Solo tu puoi sapere e puoi riuscire a raggiungere il PRESTIGIO nella tua zona, ed essere considerata ORIGINALE, UNICA, CREATIVA per i tuoi colori dalle tue clienti. In una sola parola, essere considerata un’ARTISTA dei capelli.

Non devi affidarti al caso e alla fortuna, la fortuna del settore è la ricrescita capelli! Tuttavia affinare la tua conoscenza come colorista e vivere la tua passione tramite un Sistema Colore che ti dà la certezza e garantisce a te in qualità di artigiana/o un risultato che sia:

  • Perfetto in copertura
  • Eccellente su medie lunghezze e punte
  • Prevedibile in base all’obiettivo desiderato
  • Affidabile rispetto alla cartella colori capelli

Oggi è indispensabile avere la certezza dei risultati, attraverso la continua ricerca e lo sviluppo costante della tua professionalità di colorista.

La cliente che entra nel tuo salone vuole sentirsi prima di tutto

PRIVILEGIATA

 vuole avere la percezione di essere per te una cliente

ESCLUSIVA.

Le tue mani possono davvero realizzare il desiderio della cliente attraverso un servizio eccellente che SOLO TU tu puoi garantire.

Oggi più che mai fare l’artigiano non richiede alcuna improvvisazione. Oggi infatti bisogna Ri-PENSARE alla propria PASSIONE sotto dinamiche nuove per alimentarla nonostante gestire un salone e fare l’artigiano oggi significa avere tutti contro (dalla tassazione asfissiante al personale senza fuoco dentro, fino a volte a un socio fannullone…)

In che modo?

  • Inseguendola senza sentrisi mai arrivati
  • Ripagandola con soddisfazione
  • Perfezionandola in base al tuo gusto colore

E se ti stai chiedendo dove si trova questa passione, la risposta la conosci SOLO TU.

Hai iniziato pettinando le tue bambole, e poi hai continuato aiutando le tue amiche a pettinarsi, o forse perchè tua mamma o il tuo papà erano dei parrucchieri, e la PASSIONE ce l’hai nel DNA, scolpita ed indelebile. La tua passione va oltre la tabella colori dei capelli.

La PASSIONE è la leva che ti porta a lavorare senza sosta, a restare in piedi 12 ore al giorno sin da quando eri ragazzina/o, a differenza delle tue coetanee che invece erano dietro ai banchi di scuola.

La PASSIONE è quella che ti dà la forza di rincorrere lavoranti, correggere i loro errori, a chiudere la saracinesca del tuo salone la sera, sentendo di aver dato tutto e sapendo di dover ricominciare un’altra faticosa giornata, tra tasse, costi di gestione del salone e delle tue lavoranti.

Se hai scelto di avviare il tuo salone, ma credi che con l’aumento di tutti i costi obbligatori a tenere aperto il salone oggi i tuoi guadagni non ti ripagano dell’impegno e della PASSIONE che metti ogni giorno, ti BASTA SOLO rinforzare ed ottimizzare i tuoi incassi.

La Passione e la tua voglia di crescere ancora deve rimanere il tuo motore, sei prima di tutto un ARTIGIANA/O!

Poi grazie anche a un sistema colore che da anni permette di incassare un po’ di più e più facilmente, con servizi colore differenzianti su medie lunghezze e punte, sistemi questa sensazione di fatica che hai nella pancia: si chiama insoddisfazione del colorista puro… sai cosa intendo!

Intendo un magazzino incasinato, tre o addirittura quattro cartelle colori, due fornitori principali e due minori: uno per i pigmenti pronti, l’altro per la decolorazione che rimane immancabilmente o gialla o con un capello allo stremo che non tiene più niente, problemi di copertura da un capello a un altro… e potrei continuare per ore!

Oggi, dove tutto è meccanizzato, l’artigiano – TU – è l’ultimo soppravvissuto nella stanza delle magie… ma non si tratta di essere magici, si tratta di PENSARE ai risultati che OTTIENI con l’abilità delle tue MANI e OTTENERLI, per fare questo devi assolutamnte avere un Sistema Colore!

Il colore, il sistema per colorare che utilizzi deve rispondere con certezza ed affidabilità a quello che la Passione pensa di realizzare tramite le tue mani. SI! La tua magia è proprio questa: prima pensare, poi realizzare. Quanto ti sostiene tecnicamente il tuo colore in questo? E’ in grado di personalizzare la tua firma?

La tua firma – intesa proprio come segno colorato nel capello delle tue clienti – è il tuo definitivo “messaggio” verso la cliente che la indossa nonché verso tutte le sue amiche e conoscenti.

Una volta fin dalle Scuole Elementari, la maestra dedicava molta attenzione all’esercizio della firma per gli alunni. Prima il nome e poi il cognome, non importa con quale possibilità leggibile; l’importante era la personale identificazione con quello specifico e personale segno.

I criminologi si affannano a cercare la “firma” dell’esecutore dei crimini seriali nelle migliaia di serie televisive che impazzano sui nostri schermi sempre accesi.

La tecnologia porta con sé un procedimento omologativo del “tutto uguale” tanto che molti studiosi sono preoccupati:

«Un’accresciuta digitalizzazione della scrittura, che fa la sua comparsa già nell’infanzia, ha conseguenze negative sulla capacità di lettura di bambini e adulti. […] La scrittura manuale permette di apprendere meglio. Il pensiero ha sempre bisogno di una relazione concreta. […] L’apprendimento delle lettere per mezzo della scrittura con la matita è superiore rispetto all’uso di uno strumento di videoscrittura digitale» Spitzer, Demenza digitale, Corbaccio, Milano 2013

Dove risiede la tua magia allora? Nel sistema colore che utilizzi per realizzare il tuo disegno:

colorare, e soprattutto medie lunghezze e punte, è l’esercizio della fantasia, della creatività e del gusto, perché il rapporto occhio-cervello-mano è il ponte che connette la percezione, l’elaborazione e la pratica.

Inoltre, questo tuo continuo addestramento ti abitua alla valutazione della distanza, dell’ampiezza, dello spazio libero e di quello occupato dal colore; abitua al controllo muscolare, al tempo della riflessione, alla correzione volontaria, quindi allo sforzo di perfezione. Si, anche alla massima velocità con cui fai tutte queste cose assieme…


È evidente come il tuo lavoro quotidiano, il semplice colorare, ti coinvolge totalmente nella tua complessità organica, psicologica ed estetica: questa è magia, è PASSIONE.

La tua firma colore e il tuo nuovo FOCUS su medie lunghezze e punte ti garantisce di poter essere ancora una volta:

  • Insostituibile
  • Unica
  • Originale
  • Creativa

Le tue mani e la tua creatività possono dipingere grandi risultati, e permetterti di raggiungere il dovuto SUCCESSO o di rinnovarlo e mantenerlo,  attraverso una professione che va prima pensata, poi programmata e quindi perfezionata.

Il Sistema Colore può davvero aiutarti a fare la DIFFERENZA.

Spesso è il tassello mancante che – unito alla tua artigianalità ed originalità – può alimentare la tua PASSIONE trasformandola in PR, vale a dire in PASSIONE RIPAGATA!

I risultati sono pronti ad arrivare a breve termine. Tante tue colleghe hanno già provato e ne hanno tratto un grande beneficio sia in termini di PASSIONE e, finalmente, anche dentro al CASSETTO a fine giornata!

Ma non ho mai detto che il sistema colore lo farà per te! Se cerchi una soluzione senza fatica hai letto questo articolo inutilmente…

Quando la Signora Maria (PRETENDE)… di saperne più di te!

“Si stava meglio quando si stava peggio” dicevano i nonni, e si riferivano ad un’epoca in cui l’ignoranza la faceva da padrona!

Oggi sono cambiate moltissime cose e forse una delle grandi differenze con il passato è la “Somma Conoscenza della Cliente”. Oggi infatti le clienti credono davvero di saperne più di te. E la loro presunzione entra nel tuo salone assieme alla loro esigenza. Un mix pericolosissimo… o un’opportunità! Dipende da come vuoi vedere il bicchiere.

Se lo vedi mezzo pieno, allora ti devi augurare che sempre più “Signore Maria SoTuttoMi” entrino dalla porta del tuo salone.

Il loro essere esigenti deve incontrare la tua preziosa professionalità, la tua originale unicità e soprattutto la tua S P E C I A L I Z Z A Z I O N E.

Specializzazione: Parola chiave se vuoi che il tuo salone prosperi e continui a far prosperare anche te. La cliente che crede di sapere tutto, saprà anche che entrando nel TUO salone trova te e la tua tecnica innovativa nonché il tuo staff e la tua arte pronte a renderla UNICA e diversa.

I tuoi servizi colore possono fare FOCUS ancora di più e diventare altamente specializzati? O ti ritieni già al livello più alto? Ti ritieni un colorista specializzato o per te la cartella colori e tinte capelli è ancora un astruso rompicapo?

Il Sistema Colore che ti propongo, porta con sé come valore aggiunto due caratteristiche principali:

  1. l’apertura di una nuova visione del mondo colore per te che sei una o un colorista esigente, senza più limiti di struttura
  2. la possibilità di mettere mano al listino senza problemi

Attraverso le tue mani estrose e la tua professionalità con il Sistema Colore puoi dare alla tua cliente l’importanza che merita, tanto da farla sentire davvero speciale tramite un risultato colore inedito per le sue lunghezze e punte.

Il Sistema Colore ti permette di:

  • soddisfare a pieno anche la cliente più esigente e difficoltosa, ricordiamoci che spesso ditero l’obiezione c’è una richiesta, un’esigenza;
  • creare il passaparola delle amiche della Signora Maria che noteranno la differenza e la bellezza dei suoi capelli, dopo esser uscita dal tuo salone;
  • sentirti soddisfatta/o a fine giornata, e ripagata/o per la tua originale unicità nell’animo e …. anche nel portafogli!

L’appeal del tuo salone è legato all’originalità che solo un professionista come te può offrire. Se scegli di cambiare la strada che percorrono tutti, e cominci un percorso innovativo, altamente ri-qualificante e remunerativo in modo nuovo, i risultati si noteranno da subito!

Specializza te e il tuo staff, per far si che le clienti che entrano nel tuo salone, percepiscano da subito che solo voi – TU e il TUO Staff – potete davvero offrire un servizio differenziante di clorimetria in merito alla sua esigenza colore.

In questo modo TE e il TUO Staff siete riconoscibili anche dalle clienti più sofisticate ed esigenti.

È una questione di scelte!

  • Scegliendo di specializzarti, la tua cliente vorrà solo te!
  • Scegliendo di specializzarti – rinunciando anche a comunicare qualche servizio (ho detto comunicare e non vendere…!!) – ti differenzi davvero dagli altri!
  • Scegliendo di specializzarti confermi il tuo percorso ma ri-acquisisci punti e rinnovi la tua reputazione nella mente della cliente, anche della più pignola (AVERCENE!!).

Come fa il Sistema Colore a differenziarti e renderti riconoscibile?

È semplice! Il Sistema Colore ti permette di realizzare lavori tecnici che gli altri saloni della tua zona riescono magari anche a fare ma NON a far durare come desiderano le clienti per motivi di struttura del capello, questo grazie alla sua tecnologia UNICA ad oggi nel mercato.

Non sempre parliamo di colori estremi, spesso il più delle volte si tratta semplicemente di colori naturali che però:

  • non durano quanto la cliente desidera veramente.
  • non coprono quanto la cliente desidera veramente
  • ossidano prima di quanto te lo aspetti evidenziando riflessi rossi
  • ossidano prima di quanto te lo aspetti evidenziando riflessi verdognoli
  • sfibrano la struttura capillare dello stelo non risolvendo il problema delle doppie punte ma peggiorandole, fino a doverle tagliare – cosa non desiderata dalla maggior parte delle clienti
  • più tutto quello che comprta lavorare la cheratina del capello costantemente in ambito alcalino e in ossidazione (sai bene di cosa parlo)
  • senza togliere spazio a mondo “care” di cute e stelo ma anzi rinfrozandolo

C’è chi nel tuo mercato utilizza la “normale” o breve durata del servizio colore per poter rivedere la cliente più spesso e teme che – se il colore dura troppo – poi perde passaggi e servizi. Ovvero lavora come se fossimo ancora nelgi anni ’80!

Ricordiamoci che esiste SEMPRE – beata e santa – la ricrescita!

E TU?

La formazione del Sistema Colore si focalizza:

  1. sulla consulenza che devi asslutamente fare, il sistema NON E’ SOSTITUTIVO di come colori attualmente in salone
  2. sul progetto e la vendita della nuova tecnoogia che DEVE assolutamente essere fatta in salone sulle tue clienti:
    • riposizionando la tua figura e ri-prendendo le distanze professionali e specialistiche dalla signora Maria per tornare a stupirla e riconquistarla
    • cambiando terminologie che le clienti conoscono “meglio” di te
    • elevando le competenze di coloristi del tuo staff, fino all’autonomia certa
  3. su come cambiare ogni volta con una proposta il colore alla cliente
    • chiave UNICA del successo di un salone che si considera specializzato nel colore, per capirci il SOLITO è la vera ragione per cui la Signora Maria LA COMANDA!

E se non inizi o non ti abitui a seguire questi tre punti fondamentali… allora non solo non sei fatto per il sistema colore 4.0 ma sei in pericolo!!

Nooo, non chiuderai, il parrucchiere non chiude mai! Ma rischi la cinezzizzazione all’italiana! O seri problemi di BILE! O un esaurimento per affaticamento! Vedi tu qual è il tuo caso specifico…

….Si stava meglio quando si stava peggio? No! Si sta meglio… quando si sta meglio:

  • MEGLIO per il tuo approccio mentale!
  • MEGLIO per la tua soddisfazione di colorista!
  • MEGLIO per i risultati che otterrai!
  • MEGLIO per il sorriso della cliente che PIU’ SODDISFATTA, uscirà dal tuo salone, sentendosi Unica!
  • MEGLIO per il tuo portafoglio!

Come sempre ricorda il mio obiettivo: Passione Ripagata, semplicemente perché te lo meriti!

Agente 007 in missione – sulle tracce della cliente target!

Dopo aver indossato l’impermeabile da detective dirigiti allo specchio e poniti una domanda:

NO! non quella su chi è la più bella del salone…. ma chi è la MIGLIORE del salone!

Proprio così! Inizia a passarti a mente tutte le clienti che entrano nel tuo salone e traccia il loro identikit. Non parlo solo di una considerazione economica. Assolutamente no! Parlo di una selezione basata sui gusti delle tue clienti.

Prova a chiederti cosa preferiscono, domandati quali sono i loro gusti, qual è il loro canone di bellezza e i modelli a cui aspirano di assomigliare. Prova a capire cosa si aspettano loro (quali colori per capelli puoi offrire, quali tagli, ecc.) entrando nel tuo salone e chiediti se davvero soddisfi le loro aspettative.

Quando per ciascuna di loro avrai creato l’identikit, in quel preciso momento inizia il tuo ruolo da agente segreto: una volta ottenute le caratteristiche delle tue clienti, puoi finalmente iniziare a scegliere la tua cliente ideale, la cliente TARGET!

O meglio, iniziare a selezionarle. Comincia a creare la tua wish list (uso questo termine tanto di moda … fa più figo… in realtà significa semplicemente “lista dei desideri”). La tua lista dei desideri deve contenere le clienti che tu vorresti, anche se le hai già.

Hai capito bene, parlo di selezione, da non confendere con l’eliminazione…! Eventualmente quello che avviene è uuna sostituzione naturale.

E’ a loro che devi dedicare tutte le cure e le attenzioni. Perchè possano tornare sempre da te e portare anche le loro amiche, alle quali loro hanno parlato di te come una professionista che fa miracoli!

Un identikit della tua clientela è essenziale infatti per essere un colorista specializzato e offrire una gamma di servizi mirati che ti distinguano rispetto ai concorrenti. In questo modo, saranno le tue stesse clienti a consigliarti alle amiche.

Certo nel processo di rieducazione o con le clienti nuove la vendita e la fidelizzazione non è automatica, non devi mai dare nulla per scontato: come in amore!

Sono loro che devono percepire una personalizzazione dei tuoi servizi, in modo che possano uscire dal tuo salone… e raccontare l’esperienza “sensoriale” che hanno vissuto da te. Il loro passaparola è lo strumento promozionale più efficace in assoluto.

Il punto è: hai un Sistema Colore che ti garantisce senza alcuna “paura” o “limite” lo sviluppo della spesa di queste clienti? O hai il magazzino pieno di nuances e “novità irrinunciabili” che hanno tradito la loro promessa (prodotti a caso per le ultime tendenze capelli, kit per tinture capelli improvvisati, decoloranti magici ma infefficaci, ecc.)?

Il “Sistema Colore” è la tua arma per la personalizzazione di servizi colore specializzati sulle medie lunghezze e sulle punte. Il “sistema colore” da subito ti porta tre vantaggi:

  • ti permette come colorista di esprimere la tua bruciante passione per il colore senza limiti di colore o di struttura del capello, tranne quelli del tuo originale buongusto
  • ti permette di aumentare il tuo scontrino medio da subito, con le tue attuali clienti, portandoti immediatamente un guadagno sul tuo lavoro quotidiano
  • ti permette di attirare nuova clientela, la clientela TARGET, che è ossigeno puro se anche tu punti a migliorare la tua qualità di vita producendo un utile a fine anno, ottimizzando fatica, costi e tempi

Come fare quindi a raggiungere la cliente TARGET, ad attirarla nel tuo salone, a soddisfarla rispetto alle sue aspettative, a farla tornare da te, a indurla a portare le sue amiche?

Semplicemente comunicando – attraverso il risultato del tuo lavoro – la tua specializzazione: realizzando teste originali e che pochi oserebbero dipingere basate sul “Sistema Colore” e sui servizi per medie lunghezze e punte altamente specializzati.

Non serve spendere mila e mila euro in corsi di marketing per studiare il mercato e attaccarlo con tripli salti carpiati! Tu sei una realtà locale… non l’IKEA (per fortuna)! Tu sei unico/a e le tue mani sanno produrre risultati preziosi! Tu non hai l’ufficio marketing, l’ufficio produzione, l’ufficio amministrazione, l’ufficio sviluppo, l’ufficio pubbliche relazioni… perchè tu da  SOLO/A sei già tutti questi uffici messi assieme!

  • Perciò non servono altre spese per guadagnare di più ma servono servizi altamente specializzati che ti permettono di gonfiare il tuo cassetto alla fine di ogni giornata già con la clientela attuale del tuo salone!
  • Perciò non è necessario lavorare di più, ma lavorare in modo migliore utilizzando il Sistema Colore
  • Perciò non servono clienti obbligatoriamente ricche ma principalmente clienti soddisfatte dai tuoi servizi altamente specializzati

Tutto quello che c’è da fare è racchiuso in un Sistema che risponde alle tue esigenze e a quelle delle clienti che vuoi maggiormente nel tuo salone, anche delle più esigenti. Il Sistema Colore, unito alla sapienza e alla maestria delle tue mani fa di te lo/la specialista nei servizi su medie lunghezze e punte.

TU sei appagato/a. La tua cliente è appagata. La tua cassa ne riceverà i frutti. Senza girarci troppo attorno. Basta spendere ancora soldi inutilmente!! Ne hai già investiti tanti per il tuo salone. Ora tutto dipende da te. Da come decidi di selezionare le tue clienti e come decidi di usare la tua SAPIENTE arte!

Semplice! …Anzi “Elementare Watson”!

TI hanno mai raccontato la storia della cicala e dell’artigiano parrucchiere?

cicala-e-formicaLa cicala era felice e cantava, la formica invece faceva scorte per l’inverno… perché quando arrivava il freddo avesse cibo a sufficienza, mentre la cicala…

E tu? Ti senti  cicala o formica?

Hai una sensazione di appagamento dal rendimento del tuo salone, aperto ormai da 5, 8 anni? Ti sei mai soffermato/a per riflettere su come e dove immagini di essere tra altrettanti anni?

Sicuramente le strade da scegliere sono tante:

  1. Spaparanzato/a all’ombra di una palma su un lettino da spiaggia con sabbia finissima e bianca, cullato/a dall’ondeggiare del mare, con un cocktail in mano… Giamaica arrivooooo! La musica reggae è così rilassante…
  1. Soddisfatto/a, perché osare di più? Chi si accontenta gode (“a metà” dice Ligabue…)
  1. Voglio essere inattaccabile: cavalco l’onda (sempre mare è!!) e faccio tesoro della mia posizione attuale per incrementarla, solidificarla e garantirmi una vita serena che mi permetta di godere di tutti i miei desideri! La formica che è in te, tira fuori tutta la forza, la determinazione, la tenacia.

Il prestigio del tuo salone dipende solo da te.

L’unicità dei tuoi servizi sono una scelta che devi fare adesso… o decidere di accontentarti per rimanere dove sei.

Se ti senti frenare dalla paura di non farcela, sappi che è normale! Ma Gabriele d’Annunzio diceva “Memento audere semper”: ricordati di osare sempre! Chi non osa, non raggiunge traguardi più lontani.

E tu che conosci meglio di chiunque altro le tue potenzialità e la tua professionalità di colorista, sai in cuor tuo cosa può renderti davvero esclusiva/o nella tua zona, accelerando il raggiungimento del tuo benessere futuro.

Vuoi guadagnarti la reputazione del tuo salone, ottenendo che le tue clienti riconoscano te e solo te come Colorista Specializzato/a? Hai mai pensato a quale sia la tua unicità?

Si, il prestigio del tuo lavoro è determinato dal fatto che usi le tue mani per creare… ma come te… quanti altri in zona? E perché le clienti dovrebbero sceglierti rispetto a un altro salone? La risposta è nella tua specializzazione di un particolare servizio che solo tu puoi e sai fare!

Prendiamo un esempio: come tratti i ricci? Sai che tantissime clienti escono insoddisfatte dal salone perché ritenendo il titolare un “esperto parrucchiere” pensano che sia eccellente anche nel trattamento dei capelli ricci… e invece si rivela una frana! Che delusione!

Esser bravo a far tutto non significa esser SPECIALISTA in qualcosa!

Ricci troppo stretti, troppo morbidi, troppo gonfi o troppo ammaccati… Addio cliente! Non tornerà più da te se hai deluso le sue aspettative. La tua originalità deve consistere nel fare qualcosa che gli altri non fanno.

E i biondi? Hai un sistema colore che soddisfi al 100% le tue clienti bionde?

Se vuoi prosperare a lungo nel tuo salone, mantenendo il trend che hai adesso, devi concretamente pensare alle seguenti mosse:

  1. Aumentare sensibilmente la spesa delle tue attuali clienti bionde, per esempio proponendo servizi non scontati e remunerativi su medie lunghezze e punte
  2. Delegare al 100% tutta l‘attività tecnica del biondo, tramite lo sviluppo della manualità dei tuoi lavoranti e competenza nell’applicazione
  3. Effettuare una consulenza con nuove terminologie e nuove tecnologie
    non conosciute dalle tue clienti: comunica loro qualcosa di nuovo!
  4. Incrementare gli appuntamenti in agenda di clienti abituali (offrendo loro nuovi servizi che siano esclusivi ed originali) riuscendo ad attrarre anche nuove clienti bionde in target con questi servizi specifici
  5. Evitare clienti Coupon che cercano solo lo sconto e non spendono per servizi aggiuntivi
    1. Potenziare il passaparola – oggi altamente frazionato tra tutti i tuoi concorrenti – potenziando anche tutti i nuovi strumenti per attirare clienti, come Facebook e Internet ma senza spendere capitali, con una spemlice foto o viedo del tuo lavoro esclusivo ed originale.
  6. Avere un posizionamento chiaro come specialista

 Ma perché ti dico questo?

Il lavoro che svolgo assieme ai saloni che seguo direttamente, ha come obiettivo quello di specializzarli sempre più nei servizi colore per medie lunghezze e punte, per fare in modo che nella zona di riferimento possano farsi VEDERE e possano diventare riferimenti di prestigio nella zona!

Per capire meglio cosa intendo guarda questo video:

comepossoessertiutile
Nel video potrai vedere cosa succede al tuo salone, nel momento in cui lavori con il “SistemaColore”.

Solo altri pochi tuoi colleghi, per ora, si sono specializzati nella gestione delle forme tramite il colore, con servizi altamente remunerativi. Sai cosa vuol dire?

Vuol dire che puoi ancora essere tra i PRIMI specialisti che si potranno distinguere, distanziandoti prima che i tuoi concorrenti diretti lo facciano! Questo sarà un vantaggio che porterai con te per sempre.

Hai letto bene! Se sarai tra i primi nelle mente delle clienti ricce, difficili da gestire, della tua zona, rimarrai sempre la PRIMA nel colore e nella gestione dei capelli ricci!

Questo è marketing: si chiama “legge della leadership” (Al Ries e Jack Trout, due mostri sacri del marketing).

Se mi segui nel blog capirai che io non sono contrario al marketing, il punto è che c’è un PRIMA per te che sei artigiana che è importante. É come l’aria che respiri: non puoi imparare a correre se non puoi respirare …

Questo “PRIMA” sistema tutte le tue azioni successive, diversamente ti troverai sempre con l’acqua sotto il mento.

Il primo vero elemento sul quale devi investire sei TU, TE STESSO/A, e lo fai tramite ciò che decidi di utilizzare per realizzare i tuoi lavori artistici;  essendo artigiano/a, il marketing lo puoi e lo devi imporre con le tue “mani” quando utilizzi sapientemente il giusto “sistema colore”!

PASSIONE RIPAGATA!

  • Semplicemente evolvendo la tencologia colore che attualmente utilizzi in salone e allineandola perfettamente alla TUA filosofia rispetto ai capelli
  • Senza spese aggiuntive per imparare a usare facebook e intenret o a fare marketing
  • Senza altro tempo da dedicare in più rubandolo alla tua vita privata, alla tua fmaiglia o al tuo amante
  • Semplicemente colorando in modo differente!

Concordi con me che prima di tutto TU sei un artigiana/o?